Iniziativa "Belt and Road"

La strada di accesso della Cina in Europa

Roma è la destinazione favorita per il turismo cinese, anche grazie all'aeroporto di Fiumicino.
Lavoriamo per sviluppare insieme piani di azione su smart city, efficientamento energetico, innovazione, trasferimento tecnologico ed e-commerce. Il confronto con la Cina è sempre positivo

Gli Ambasciatori culturali ci salveranno

L'Italia ha lo specifico interesse di contribuire ad orientare il confronto internazionale sui binari della conoscenza, del dialogo interculturale e della crescita degli strumenti e delle produzioni del pluralismo culturale. Ha l'interesse a sviluppare la propria Diplomazia Culturale come assetto nazionale. Sicuramente nella relazione con la Cina

Dal Monte Titano verso Est

L'economia sostenibile di un microstato nel cuore dell’Europa, che  dialoga con la CinaSan Marino vuole essere un attore della nuova Via della Seta, partecipando al meglio a questo grande progetto messo in campo dal grande Stato cinese

​Sviluppo, opportunità e prosperità

Dal 1978 al 2017 i paesi e le regioni che hanno scambi commerciali con la Cina sono passati da 40 a 231

Piccole e medie imprese innovative, andata e ritorno

Tanti i programmi che permettono alle start up italiane e cinesi di entrare e crescere nei mercati dei due Paesi. Costruire piattaforme stabili è una necessità, in una logica win-win di esportazione e non asportazione del tessuto imprenditoriale

Le nuove Vie della Seta: l’iniziativa, le prospettive e i rischi

Nel settembre del 2013, il Presidente Xi Jinping, durante la sua visita in Kazakhstan all’Università di Nazarbayev, illustrava l’idea di una cintura economica della via della seta, seguita dalla volontà, annunciata un mese dopo presso il Parlamento indonesiano, di costruire la via della seta marittima del XXI secolo. Quello che apparentemente potrebbe sembrare un piano d’investimenti senza precedenti nella storia è, 

La nuova Via della Camelia sinensis

Diplomazia ed industria del te' vanno di pari passo

BRI: connessione e sviluppo

L’antica Via della Seta partiva da Xi’an e arrivava fino a Roma: le due grandi civiltà, così, si guardavano da lontano

Una giusta ambizione in comune

Ecco perché da ministro della Salute e come membro di questo governo sostengo con forza e convinzione la collaborazione con la Cina. Salute è sicurezza

Tra la globalizzazione e la collaborazione ​

Europa e Cina debbono parlarsi, fare riforme e arrivare ad un equilibrio win win Il commercio globale sta rallentando. In rapporto al PIL mondiale è sceso dal 61% del 2008 al 58% odierno

Noi siamo il terminale del successo: l'Italia e la nuova via della seta

La logica del win-win, il comune vantaggio, è la prospettiva che caratterizza l'approccio cinese alla collaborazione con i partner esteri

【In altre parole】La BRI continua a scrivere il nuovo capitolo per i prossimi 50 anni Italia-Cina

Il 22 marzo 2019 il Presidente cinese Xi Jinping è venuto in Italia per siglare il Memorandum d’intesa che formalizza l’adesione dell’Italia alla Belt and Road Initiative (BRI), il grande piano infrastrutturale cinese che coinvolge oltre sessanta Paesi tra Asia, Africa ed Europa

I 70 anni che hanno rivoluzionato la vita dei cinesi

La giornata del signor X in un Paese che era inimmaginabile nel 1949Alle 6:00 del mattino, il signor X ha ricevuto una chiamata. Il suo capo lo ha informato che sarebbe subito dovuto partire per Shanghai per incontrare alcuni commercianti stranieri

All’interno della Belt and Road Initiative come in un win win

“In questo contesto se si coniuga la strategia individuata dalla Cina per uno sviluppo trainato dall'innovazione con i vantaggi competitivi di cui gode la Svizzera nel campo dell’innovazione

Al centro della via della Seta c'è il Mezzogiorno

Il nostro Paese aveva in qualche modo trascurato il rapporto con la Cina, ed è ora di recuperare il tempo perduto.Il nostro Paese aveva in qualche modo trascurato il rapporto con la Cina, ed è ora di recuperare il tempo perduto

La via della seta di Romeo e Giulietta

Verona è ufficialmente nell’Olimpo delle città gemellate con Hangzhou.

Dal MOU Fra l’ Italia e la Cina alle nuove Vie della Seta dell’ Europa

Gli eventi dei giorni immediatamente successivi alla visita di Xi Jinping in Italia  hanno dimostrato che l’Italia è tutt’altro che sola nel voler instaurare solidi rapporti con la Cina, e, anzi, si trova in compagnia di praticamente tutti i Paesi europei. Intanto, si è scoperto che la firma dell’Italia è stata la quattordicesima da parte di un Paese della UE, e che, anzi, nell’ Europa a 27 post-Brexit, tale la firma aveva  addirittura   fatto passare in maggioranza il numero dei Paesi che avevano aderito alle Nuove Vie della Seta. Per una volta, l’Italia ha esercitato quindi la funzione dell’ago della bilancia all’interno dell’Europa, sì che la sua posizione sulla Cina è divenuta quella maggioritaria e, dal punto di vista simbolico, le spetta un ruolo di leadership.

Dalla terra della libertà alla Cina

Tra la Repubbliche più antiche del mondo c’è uno Stato di 61 chilometri quadrati e 33mila abitanti, con una proiezione internazionale sempre maggiore e soprattutto l’ambizione di lavorare ufficialmente ed efficacemente all’interno della Nuova Via della Seta. Cinitalia ha incontrato Nicola Renzi, il Segretario di Stato per gli Affari Esteri della Repubblica di San Marino.