Tre aspetti delle relazioni di fratellanza tra Cina e Myanmar nella nuova era

Il 17 gennaio a Naypyidaw, durante l’incontro con il presidente del Myanmar U Win Myint...

L’economia cinese è in grado di superare sfide e rischi

Giovedì 12 dicembre si è conclusa la Conferenza centrale sui lavori economici durante la quale è stata proposta un’analisi dell’attuale situazione economica. La conferenza ha inoltre determinato i lavori economici per l’anno 2020 e ha formulato un giudizio importante sul fatto che “l’economia cinese continua nella sua tendenza di crescita stabile e a lungo termine”. Tale giudizio ha rafforzato la fiducia del popolo cinese nella sua capacità di superare le sfide e ha fornito una guida per i lavori economici da svolgere nel corso del prossimo anno.
 

Crisi del WTO, necessario opporsi al protezionismo e all’unilateralismo

​A causa degli ostacoli posti dagli Stati Uniti, da mercoledì 11 dicembre l’organo per la risoluzione delle controversie del WTO (Appellate Body) non è più in grado di svolgere regolarmente le sue funzioni per mancanza di giudici. Questo significa che il commercio internazionale potrebbe tornare ad un’epoca di disordine che provocherà danni irreparabili con conseguenze difficili da prevedere. L’Organizzazione mondiale del commercio necessita dunque di una riforma che proceda in direzione contraria al protezionismo e all’unilateralismo.
 

Cina, contributo attivo ad un’economia mondiale aperta attraverso la facilitazione del commercio

​Secondo quanto riferito dal “Trade Facilitation Annual Report of China 2020” pubblicato l’11 dicembre da un centro di ricerca cinese, il punteggio totale dell’indice di facilitazione commerciale della Cina nel 2019 si è attestato a quota 76,93, con un aumento di 5,31 punti percentuali rispetto a quello del 2017. In una situazione di difficoltà per il commercio mondiale il livello di facilitazione commerciale in Cina ha continuato ad innalzarsi, promuovendo in modo deciso la stabilità e il miglioramento del commercio tra la Cina e l’estero e conferendo nuova energia alla creazione di un’economia mondiale aperta.

Gli Usa“difensori dei diritti umani”svergognati davanti alla comunità internazionale

Oggi, 10 dicembre ricorre la Giornata mondiale dei diritti umani. Gli Stati Uniti, che si considerano da tempo "difensori dei diritti umani", sono stati di fatto svergognati dal recente rapporto pubblicato dalle Nazioni Unite, secondo cui sul territorio americano sono stati commesse gravi violazioni dei diritti umani anche attraverso la detenzione illegale di un gran numero di bambini immigrati. Questo fatto rende ancor più ipocrita e assurda la posizione espressa da alcuni politici statunitensi che in nome dei "diritti umani" interferiscono brutalmente negli affari interni di altri Paesi.

Il “doppio standard” adottato sui fatti del Xinjiang diventerà un boomerang per l’Occidente

Pochi giorni fa due documentari in lingua inglese sulla lotta al terrorismo nel Xinjiang trasmessi da CGTN (China Media Group) hanno mostrato per la prima volta le immagini originali sui violenti attacchi terroristici che hanno insanguinato la regione autonoma

La “cecità selettiva” è una forma di sabotaggio deliberato della cooperazione internazionale nella lotta al terrorismo

Giorni fa i documentari in lingua inglese “Fighting Terrorism in Xinjiang” e "The Black Hand, ETIM and Terrorism in Xinjiang” rilasciati dalla CGTN, che fa capo al China Media Group

​Alcuni media occidentali fingono di essere sordomuti dopo la pubblicazione di due documentari sul Xinjiang

Pochi giorni fa, due documentari in lingua inglese sulla lotta al terrorismo nel Xinjiang trasmessi dalla CGTN (China Media Group) hanno mostrato in modo veritiero i danni portati dal terrorismo e dall'estremismo religioso nel Xinjiang

Xinjiang, stabilità e prosperità dissipano la foschia del terrorismo

Giorni fa, la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato il cosiddetto “Uyghur Human Rights Policy Act of 2019”, imbrattando il lavoro della Cina contro il terrorismo e l’estremismo e attaccando maliziosamente le politiche di governance nello Xinjiang del governo cinese

La Cina esorta gli USA a smettere di ostacolare le azioni di lotta al terrorismo internazionali

Recentemente gli Stati Uniti hanno approvato apertamente il cosiddetto “Uyghur Human Rights Policy Act of 2019”, screditando gravemente gli sforzi della Cina nel lavoro antiterrorismo e de-estremizzazione

Il tentativo statunitense di "contenere la Cina tramite lo Xinjiang" fallirà

Recentemente, la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato il cosiddetto “Uyghur Human Rights Policy Act of 2019”

Il disegno di legge USA su Hong Kong è destinato a fallire

Di recente, gli Stati Uniti hanno firmato il cosiddetto "Hong Kong Human Rights and Democracy Act”, a dispetto della forte opposizione della Cina

La manipolazione della "Questione dello Xinjiang" riceve l’assoluta opposizione dalla Cina

Martedì 3 dicembre, ora locale, la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato sfacciatamente il cosiddetto “Uyghur Human Rights Policy Act of 2019”, diffamando deliberatamente la situazione dei diritti umani nello Xinjiang della Cina

Il sostegno della madrepatria è la garanzia fondamentale della prosperità e stabilità di Hong Kong

Recentemente, gli USA hanno firmato flagrantemente la cosiddetta “Hong Kong Human Rights and Democracy Act”, nonostante i ripetuti negoziati e le forti obiezioni della parte cinese, ed hanno interferito apertamente negli affari interni della Cina

Nuove linee guida che faranno della Cina una potenza commerciale

Giorni fa, la Cina ha pubblicato le “Linee guida sulla promozione dello sviluppo commerciale di alta qualità” (in seguito “linee guida”), mettendo a punto un "piano di alto livello" teso a ottimizzare ulteriormente la sua struttura commerciale

Il piano regionale per il Delta del Fiume Yangtze mira ad accelerare l’apertura della Cina verso l’estero

Il Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese e il Consiglio di Stato hanno recentemente pubblicato il Piano di Sviluppo sull’integrazione regionale del Delta del fiume Yangtze

Impopolare il sostegno alla violenza ad Hong Kong

Recentemente gli USA hanno firmato la cosiddetta “Carta dei diritti umani e della democrazia di Hong Kong”, fornendo flagrantemente protezione alle azioni violente dei radicali che hanno causato caos ad Hong Kong,  calpestando i diritti umani

Adottando due pesi e due misure gli Usa non avranno successo

Da quando a Hong Kong sono scoppiati disordini per l’emendamento alla legge sulle estradizioni, criminali radicali e violenti hanno fatto irruzione nelle istituzioni pubbliche, hanno bloccato il traffico, hanno danneggiato e dato a fuoco alle infrastrutture della città e hanno attaccato i civili

L'egemonia americana è destinata a finire in un vicolo cieco

Di recente, gli Stati Uniti hanno dato il via libera all’ “Hong Kong Human Rights and Democracy Act 2019”, nonostante le ripetute rimostranze della parte cinese

Il popolo cinese non cederà mai a nessuna minaccia esterna

Gli Stati Uniti hanno recentemente sottoscritto il cosiddetto "Hong Kong Human Rights and Democracy Act", sostenendo apertamente i criminali violenti radicali di Hong Kong, interferendo seriamente negli affari di Hong Kong e negli affari interni della Cina

L’“Hong Kong Act” statunitense è una farsa politica

L'amministrazione degli Stati Uniti mercoledì 27 novembre ha firmato il cosiddetto "Hong Kong Human Rights and Democracy Act" (di seguito “Hong Kong Act”)

HomePrev123456...NextEndTotal 13 pages