Restituire alla gente cieli blu, nuvole bianche e stelle brillanti

2022-11-05 00:18:50

Negli ultimi anni in Cina, dalla ristrutturazione industriale alle alternative energetiche pulite, dalla prevenzione e dal controllo dell'inquinamento atmosferico in autunno e in inverno alla prevenzione e al controllo congiunto a livello regionale, il numero crescente di cieli blu con nuvole bianche e stelle scintillanti sta portando un vero senso di benessere alla popolazione.

Tangshan, la più grande città siderurgica dello Hebei, rappresenta circa un ottavo della produzione siderurgica del Paese.

Nell'acciaieria di Jinxi, di Tangshan, con l'aiuto di immagini satellitari, è chiaramente visibile che dieci anni fa una nebbia grigio plumbea di polveri ricopriva l'area sopra l’impianto. Nel marzo 2021 invece lo stabilimento, le fabbriche e le strutture di supporto sono chiaramente visibili.

Nel piazzale del coke di questa acciaieria, 10 monitor a infrarossi, 15 cannoni a nebbia e 2.500 testine nebulizzatrici sono in funzione 24 ore su 24 per sopprimere le polveri non appena viene rilevato il superamento del limite.

Nell'officina dell'altoforno per la produzione di ferro, l'uscita del metallo liquido è racchiusa da una cappa di raccolta delle polveri che utilizza ventilatori potentissimi per rimuovere tutti i fumi e le polveri.

La piattaforma di controllo intelligente a bassissime emissioni monitora 2619 punti di emissione delle sorgenti di polvere in qualsiasi condizione atmosferica e processo.

Nella provincia dello Hebei, dov’è situata l’acciaieria di Jinxi, la concentrazione media di PM2,5 è scesa dai 108 microgrammi per metro cubo del 2013 ai 38,8 microgrammi per metro cubo del 2021.

Anche nello Hebei negli ultimi anni le emissioni industriali sono state ridotte, mentre il mix energetico è diventato più pulito.

La capacità installata di generazione di energia eolica e fotovoltaica nelle aree settentrionali del Paese, dove un tempo la foschia dovuta all’inquinamento era molto intensa, è più che quadruplicata nell'ultimo decennio.

Negli ultimi anni, la capacità installata e e la produzione di energia rinnovabile del Paese si sono piazzate al primo posto nel mondo. Oggi, per ogni tre kwh di elettricità utilizzata nella vita quotidiana, uno proviene da fonti rinnovabili.

Alcuni giorni fa, cinque ministeri cinesi, inclusi quello dell’Industria e della Tecnologia Informatica e quello delle Finanze, hanno emanato congiuntamente un piano d’azione finalizzato a portare avanti la produzione di energia pulita e l’elettrificazione dei consumi energetici, promuovendo la costruzione di sistemi elettrici di nuovo modello e accelerando lo sviluppo ecologico, innovativo e a basso tenore di carbonio degli impianti elettrici esistenti.

Il piano d’azione propone che entro un periodo di tempo di 5-8 anni la struttura di fornitura degli impianti elettrici sia notevolmente migliorata, che l’efficienza di trasmissione e distribuzione della rete elettrica venga sensibilmente aumentata, che lo sviluppo intelligente, verde e di fascia alta e le applicazioni dimostrative continuino ad accelerare, e che la competitività internazionale aumenti ulteriormente. In particolare, la capacità accumulata di trasformazione flessibile delle centrali elettriche a carbone dovrà superare i 200 milioni di kW, gli impianti elettrici ad alimentazione eolica e solare dovranno soddisfare le esigenze di una capacità installata superiore a un miliardo e 200 milioni di kW, mentre gli impianti nucleari dovranno soddisfarne una di oltre 70 milioni di kW.

Inoltre, secondo i dati raccolti dai giornalisti del China Media Group, il numero di giornate con buona qualità dell’aria annunciate da 339 città livello di prefettura o superiore in tutto il paese è passato da 280 del 2015 a 319 del 2021, con un aumento medio di 39 giorni.

Inoltre, la frequenza e la popolarità delle ricerche su internet sulla foschia sono diminuite dal 2018 in poi, fino a raggiungere il punto più basso nel 2022.

Our Privacy Statement & Cookie Policy

By continuing to browse our site you agree to our use of cookies, revised Privacy Policy. You can change your cookie settings through your browser.
I agree