Luigi Martino: la “Global Initiative on Data Security” della Cina fornisce opportunità di promozione della governance digitale globale

2020-09-28 14:52:55
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

Recentemente, la Cina ha presentato la “Global Initiative on Data Security”, che invita all’elaborazione di regolamenti sulla sicurezza dei dati globali accettati dalle varie parti. In un’intervista al CMG, l’esperto del settore della sicurezza della rete dell’Università di Firenze, Luigi Martino, ha affermato che l’iniziativa della Cina fornisce una buona opportunità per il rafforzamento della governance digitale globale e per lo svolgimento della cooperazione internazionale in merito.

Secondo Luigi Martino, direttore del Center for Cyber Security and International Relations Studies dell’Università di Firenze, la “Global Initiative on Data Security” avanzata dalla Cina è una mossa innovativa che infrange la consolidata impressione dell'Occidente sulla governance digitale della Cina e propone questioni di interesse generale per la comunità internazionale.

(registrazione 1)

Oggi, i frequenti attacchi informatici a livello globale sono ormai una sfida comune per tutti i paesi e la questione della sicurezza delle informazioni desta sempre maggiore attenzione. In proposito, nella "Global Initiative on Data Security" la Cina si oppone esplicitamente all'uso della tecnologia dell'informazione per danneggiare le strutture di altri paesi e violare la privacy personale. Luigi Martino ritiene che gli attacchi informatici siano un'arma a doppio taglio per tutti i paesi e che il loro divieto disponga delle basi per raggiungere un consenso generale. L'iniziativa cinese offre una buona opportunità di cooperazione nella sicurezza delle informazioni.

(registrazione 2)

Giorni fa il consigliere di Stato e ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha dichiarato che, dopo la pubblicazione, la "Global Initiative on Data Security" ha suscitato l’ampia attenzione della comunità internazionale. Molti paesi e organizzazioni regionali come l'ASEAN hanno espresso la volontà di rafforzare la cooperazione in materia di governance digitale e di sicurezza informatica con la Cina. Secondo Luigi Martino, rispetto ai risultati ottenuti dalla cooperazione in ambito accademico e regionale, la governance digitale globale si trova ancora in una fase di esplorazione. Egli ritiene che la governance digitale, iniziando dal coordinamento politico e dalla cooperazione esecutiva regionale, possa gradualmente sviluppare i regolamenti di scala globale sulle azioni in rete.

(registrazione 3)

Secondo Luigi Martino, come principali attori del settore digitale globale, Europa, USA e Cina hanno concezioni e politiche diverse sulla governance digitale, il che rende ulteriormente necessario il rafforzamento del dialogo, del coordinamento e della cooperazione tra le varie parti per creare congiuntamente uno spazio della rete pacifico, sicuro e aperto.

(registrazione 4)

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

Viaggio digitale in Cina-presto Pai vi porta al bellissimo lago Tai
Cinese in pillole, come si dice in cinese “orario scaglionato”?
Gastronomia cinese-presto Pai vi insegna un modo cinese di cuocere il pollo!
PAI VLOG: Pai a spasso nell'hutong letterario alla scoperta della Pechino antica
40 anni della Zona economica speciale di Shenzhen, nuovo collegamento di Pai con Stefano Porcelli
Gastronomia cinese-presto Pai vi fa assaggiare i ravioli dalla figura di maialino…