Usa, Pompeo sempre più ambizioso vuole diventare presidente

2020-08-13 20:50:10
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

"Il denaro e le elezioni sono diventati l'unica logica della politica e molti speculatori si sono mescolati al governo". Recentemente, Mark Brzezinski, figlio del famoso diplomatico americano Zbigniew Brzezinski, ha rivelato la realtà della politica statunitense. Tra questi opportunisti, Mike Pompeo è senza dubbio il più noto.

Mike Pompeo è il capo della diplomazia degli Stati Uniti, in più di due anni non ha ottenuto nessun risultato ed ora ha palesemente calpestato i suoi doveri diplomatici, l'immagine nazionale e gli interessi pubblici per inseguire la sua ambizione a raggiungere il vertice del potere. Il sito di notizie politiche statunitense “The Bulwark” ha indicato che Mike Pompeo ha completamente abbandonato i suoi doveri di Segretario di Stato. Secondo l'ultimo rapporto della ABC, sin dal 2018 Pompeo e sua moglie hanno utilizzato fondi pubblici per organizzare regolarmente le cosiddette "cene di Madison", considerate diffusamente come un’azione per conquistare sostenitori con le risorse del Paese e aprirsi una strada alle presidenziali.

La ragione del predominio di Pompeo è che ha una capacità "superiore" di lusingare, e ha plasmato sé stesso come "ultimo difensore" del leader statunitense. Certamente, la cosiddetta "lealtà" è solo una facciata con cui Pompeo protegge i suoi interessi personali. Su questioni diplomatiche relative al Medio Oriente e alla Corea del Nord, per accontentare le forze conservatrici, Pompeo mostra ovviamente un volto ben più duro di quello degli altri leader statunitensi, imponendo con astuzia la propria volontà alla Casa Bianca. In questi suoi tentativi di perseguimento del potere, Pompeo ha distrutto la decenza e la professionalità della Segreteria di Stato americana.

Guardando indietro alla storia, molti diplomatici statunitensi sono stati politici capaci di combinare doti di grande esperienza e di professionalità e sono stati capaci di costruire ponti che hanno portato gli Stati Uniti, il mondo e la Cina a cooperare e a comunicare. Oggi la triste realtà è che i politici americani non hanno qualità professionali e cercano solo il tornaconto privato come nel caso di Pompeo. Queste persone hanno distrutto i risultati ottenuti dai loro predecessori e hanno anche costruito alti muri che ostacolano la comunicazione e gli scambi a livello mondiale.

La storia continua a fare il suo percorso. Se la politica degli Stati Uniti nei confronti della Cina sarà guidata nella direzione sbagliata da un ambizioso speculatore politico come Pompeo, l'intero popolo statunitense dovrà affrontare in futuro pesanti conseguenze.

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

Viaggio digitale in Cina-presto Pai vi porta al bellissimo lago Tai
Cinese in pillole, come si dice in cinese “orario scaglionato”?
Gastronomia cinese-presto Pai vi insegna un modo cinese di cuocere il pollo!
PAI VLOG: Pai a spasso nell'hutong letterario alla scoperta della Pechino antica
40 anni della Zona economica speciale di Shenzhen, nuovo collegamento di Pai con Stefano Porcelli
Gastronomia cinese-presto Pai vi fa assaggiare i ravioli dalla figura di maialino…