Il ritorno del Maccartismo è una tragedia per gli Usa

2020-07-20 22:47:02
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

Negli ultimi giorni, la notizia che il governo degli Stati Uniti sta considerando l’imposizione di un divieto totale sui viaggi negli USA da parte dei membri del Partito Comunista Cinese e dei loro famigliari ha suscitato critiche tra l'opinione pubblica statunitense e internazionale. Gli analisti hanno sottolineato che la folle provocazione dei politici statunitensi è in contrasto con la volontà del popolo cinese e americano e il corso dello sviluppo del mondo. Ciò dimostra che la rinascita del Maccartismo sta diventando sempre più evidente e merita vigilanza in tutto il mondo.

Sebbene la storia non si ripeterà semplicemente, guardando alle politiche adottate negli ultimi anni dal governo statunitense nei confronti della Cina, sembra che la feccia del Maccartismo stia tornando a galla. In particolare, dopo la diffusione dell’epidemia di Covid-19 negli USA, alcuni politicanti statunitensi hanno usato il Maccartismo per “scaricare su altri le proprie responsabilità”. Dal clamore del “decoupling” completo dalla Cina, al tentativo di rendere la vita difficile ai media cinesi negli USA, passando per l’interruzione dei regolari scambi people-to-people e i frequenti trucchetti sugli affari interni della Cina a Hong Kong, nel Xinjiang, a Taiwan e nel Mar Cinese Meridionale, tutto ciò sembra essere sintetizzato nel seguente modo di dire: “I loro corpi sono entrati nel XXI secolo, ma le loro menti sono ancora bloccate nell’epoca della guerra fredda”.

Di fronte alla tendenza odierna alla multi-polarizzazione, i politicanti statunitensi intendono far ritornare il Maccartismo. Ciò non porterà soltanto guai agli USA, ma spingerà anche la pace mondiale verso luoghi più pericolosi.

In primo luogo, nonostante gli USA siano ancora la prima superpotenza del mondo, la loro egemonia politica, economica e tecnologica ormai è imparagonabile rispetto a quella del passato. L’attuale legislatura, “schiava” delle uscite dagli accordi e dalle organizzazioni internazionali, ha sfruttato ormai in modo eccessivo le risorse di credibilità e giustizia accumulate storicamente.

In secondo luogo, gli interessi cinesi e americani sono fortemente interconnessi, anche se i politicanti americani vorranno sospendere le relazioni bilaterali, non si troveranno d’accordo con le persone lungimiranti dei circoli commerciali, del mondo accademico e della società civile. Nonostante le ripercussioni attuali della pandemia, il 74% delle imprese USA presenti in Cina ha manifestato la volontà di allargare i propri investimenti nella Repubblica Popolare; 191 gruppi agricoli hanno inviato una lettera firmata al presidente americano per chiedere il proseguimento dell’accordo commerciale di fase uno; diverse università statunitensi hanno espresso pubblicamente sostegno agli scambi con la Cina. Sono tutte voci che i politicanti americani non possono ignorare.

Tra l’altro, trattandosi di relazioni bilaterali importantissime, quelle tra Beijing e Washington hanno a che fare con la pace e la stabilità del mondo. Attualmente i leader di diversi Paesi hanno lanciato un appello affinché le due parti rafforzino il dialogo per evitare antagonismi o divisioni.

Cosa ancora più importante, la storia contemporanea cinese rappresenta un periodo contrassegnato proprio da una continua lotta a sfide e rischi esterni. Il popolo cinese ama la pace, e spera di trattare le divergenze in modo costruttivo. Tuttavia, il popolo cinese non crede nel male e non lo teme, se i politicanti di Washington continueranno a provocare, il popolo cinese difenderà fermamente i propri interessi di sviluppo.

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

Viaggio digitale in Cina-presto Pai vi porta al bellissimo lago Tai
Cinese in pillole, come si dice in cinese “orario scaglionato”?
Gastronomia cinese-presto Pai vi insegna un modo cinese di cuocere il pollo!
PAI VLOG: Pai a spasso nell'hutong letterario alla scoperta della Pechino antica
40 anni della Zona economica speciale di Shenzhen, nuovo collegamento di Pai con Stefano Porcelli
Gastronomia cinese-presto Pai vi fa assaggiare i ravioli dalla figura di maialino…