Il complotto di Mike Pompeo per gettare Hong Kong nel caos è destinato al fallimento

2020-06-30 21:11:03
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

In una dichiarazione diffusa il 29 giugno sul sito web del Dipartimento di Stato USA si legge che il segretario di Stato Mike Pompeo ha reso noto che, a causa delle azioni promosse dalla Cina relative alla legislazione sulla sicurezza nazionale di Hong Kong, dallo stesso giorno gli Stati Uniti bloccheranno le esportazioni di attrezzature per la difesa a Hong Kong e prenderanno provvedimenti per imporre nuove restrizioni alle spedizioni di tecnologie a duplice uso, come già fatto nei confronti della Cina continentale. Lo scopo di Mike Pompeo e di queste sanzioni è quello di ostacolare lo sviluppo di Hong Kong e della Cina; tuttavia queste cosiddette sanzioni promosse dagli Stati Uniti non rappresentano altro che un’inefficace farsa politica.

Il 30 giugno il capo esecutivo della Regione ad amministrazione speciale di Hong Kong, Carrie Lam Cheng Yuet-ngor, ha affermato che gli Stati Uniti ottengono da Hong Kong un surplus commerciale di 30 miliardi di dollari ogni anno e che la volontà di richiedere ad Hong Kong una licenza di esportazione di prodotti militari e prodotti a duplice uso non significa che tutte le esportazioni non saranno consentite. Il capo esecutivo ha aggiunto che tale decisione eserciterà un’influenza limitata su Hong Kong. Anche il segretario alle Finanze di Hong Kong, Paul Chan Mo-po, ha sottolineato che è sempre stato difficile per Hong Kong importare la tecnologia più avanzata dagli Stati Uniti; dunque le conseguenze negative di queste nuove restrizioni saranno molto limitate.

Al momento, Hong Kong dispone di sufficienti riserve in valuta estera e la situazione economica e finanziaria ha mantenuto per lungo tempo una buona tendenza di sviluppo. La legge sulla sicurezza nazionale ad Hong Kong scoraggerà e colpirà coloro che tentano di minare le fondamenta del principio "Un Paese, due sistemi", la prosperità e la stabilità di Hong Kong. In questo modo la Regione ad amministrazione speciale potrà continuare ad avere, in futuro, un buon grado di sviluppo. Si consiglia alle persone come Mike Pompeo di sviluppare il prima possibile una più chiara comprensione della situazione, di concentrarsi sulle cose giuste e non commettere errori che potrebbero far perdere la faccia!

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

Si ritira a 37 anni il campionissimo cinese del badminton Super Dan!
Presto nuovo collegamento di Pai con Edoardo Gagliardi, focus sul cinema cinese nel periodo epidemico
Anteprima: Presto nuovo collegamento di Pai con Edoardo Gagliardi, focus sul cinema cinese nel periodo epidemico
Anteprima: In questi giorni si fa in tutta la Cina “Gaokao”, esame per l’ammissione di univeristà
In questi giorni si fa in tutta la Cina “Gaokao”, esame per l’ammissione di univeristà
Antica Via della Seta Marittima, rotte delle dinastie Sui e Tang (581-709 D.C.)