Impossibile per Usa e Cina terminare le proprie relazioni economiche

2020-06-22 20:06:49
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

Giorni fa la parte statunitense ha affermato che porre termine alle proprie relazioni con la Cina rimane ancora tra le sue opzioni politiche. Tuttavia i funzionari statunitensi di alto livello responsabili per l'economia e il commercio hanno indicato che il troncamento delle relazioni economiche tra i due Paesi "non sarà fattibile". Sono sempre più le personalità del settore economico internazionale e mediatico a ritenere che rilasciare opinioni estreme sul troncamento delle relazioni economiche non sia altro che un accomodamento alle elezioni statunitensi e che non sia per niente fattibile.

La questione se troncare o meno le relazioni economiche è legata alle norme economiche e serve innanzitutto considerarne la fattibilità. Di recente due professori, Henry Farrell della George Washington University e Abraham Newman della Georgetown University, hanno pubblicato congiuntamente un articolo, sottolineando che la frettolosa eliminazione della dipendenza dalla Cina non solo interromperà le relazioni economiche sane e importanti con la Cina, ma troncherà anche i legami economici con altri Paesi del mondo.

In realtà cose simili avevano già fatto la loro comparsa in scena con le sanzioni statunitensi contro le società cinesi. E’ stato notato che il Dipartimento del commercio degli Usa ha annunciato di cancellare l'ordine di proibizione alle società statunitensi di condurre affari con la Huawei, e di consentire alle aziende delle due parti di cooperare per l’istituzione dello standard di rete 5G di prossima generazione. Molti analisti hanno indicato che le aziende tecnologiche cinesi stanno attualmente guidando la ricerca e lo sviluppo del 5G a livello mondiale. Se gli Usa non annulleranno l'ordine suddetto, le aziende statunitensi non saranno in grado di partecipare pienamente all’istituzione dello standard del 5G, a inevitabile danno della propria competitività. Ovviamente, la cosiddetta argomentazione sul "troncamento" tra Cina e Usa viola le regole economiche e non è operabile.

Il Wall Street Journal ha recentemente riferito che, nonostante gli attriti economici e commerciali, il volume degli scambi bilaterali tra Cina e Usa ad aprile è salito a quasi 39,7 miliardi di dollari, registrando un aumento di quasi il 43% rispetto a febbraio. Ciò significa che la Cina è ritornata ad essere il maggiore partner commerciale degli Stati Uniti, a dimostrazione ancora una volta dell'assurdità del cosiddetto "troncamento".

L'ultimo numero del World Economic Outlook pubblicato dalla Banca mondiale prevede che l'economia globale diminuirà del 5,2% nel 2020 a causa dell'impatto dell’epidemia di Covid-19. L'economia degli Usa si ridurrà del 6,1%, mentre l'economia cinese raggiungerà una crescita dell'1%. Il mondo è interconnesso e la continua crescita dell'economia cinese è cruciale per quasi tutte le principali economie mondiali. Ovviamente, dal punto di vista delle regole economiche o della realtà oggettiva, il cosiddetto "troncamento" dalla Cina non è fattibile.

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

Si ritira a 37 anni il campionissimo cinese del badminton Super Dan!
Presto nuovo collegamento di Pai con Edoardo Gagliardi, focus sul cinema cinese nel periodo epidemico
Anteprima: Presto nuovo collegamento di Pai con Edoardo Gagliardi, focus sul cinema cinese nel periodo epidemico
Anteprima: In questi giorni si fa in tutta la Cina “Gaokao”, esame per l’ammissione di univeristà
In questi giorni si fa in tutta la Cina “Gaokao”, esame per l’ammissione di univeristà
Antica Via della Seta Marittima, rotte delle dinastie Sui e Tang (581-709 D.C.)