Il sistema politico è il maggiore vantaggio che la Cina ha per vincere l’epidemia

2020-04-27 20:03:32
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

“Sin dall’inizio ho avuto fiducia che la Cina sarebbe stata in grado di vincere l’epidemia di Covid-19, e questa mia fiducia è dovuta a tre motivi: la promessa, la capacità e la volontà della Cina di voler cambiare e migliorare se stessa…… Non c’è dubbio che tramite la guida del PCC, il sistema politico e il potente governo della Cina siano in grado di affrontare in modo più forte, efficace e tempestivo l’epidemia di Covid-19.” Così ha affermato Robert Kuhn, presidente della Kuhn Foundation degli Stati Uniti durante un’intervista concessa ai media cinesi.

In questo periodo di prevenzione e controllo dell’epidemia, il presidente Xi Jinping ha effettuato rispettivamente ispezioni a Beijing, a Wuhan, nello Zhejiang e nello Shaanxi, dove ha guidato il lavoro in prima linea, condotto studi e ricerche, ed espresso vicinanze agli abitanti locali, il che ha dimostrato il principio di governance del PCC incentrato sul popolo, e trasmesso il segnale esplicito che la Cina ha la capacità di vincere l’epidemia. Innanzi alla crisi, il PCC e il governo cinese hanno mostrato con azioni concrete di essere i più fermi tutori degli interessi del popolo cinese.

Per fornire assistenza allo Hubei e a Wuhan, le autorità competenti di diversi luoghi della Cina hanno mandato oltre 330 squadre mediche e oltre 42mila membri di personale medico; sono stati costruiti a Wuhan diversi ospedali fra cui quelli modulari per trattare più pazienti possibile; le imprese cinesi hanno superato difficoltà lavorando con maggiore impegno per garantire alla prima linea la fornitura dei materiali necessari come mascherine e tute protettive;

Dopo lo scoppio dell’epidemia, le autorità competenti di Wuhan hanno chiuso con tempestività e in modo decisivo la città, contenendone in modo efficace la diffusione; i governi locali di diversi luoghi hanno emanato in modo veloce le misure necessarie di prevenzione e controllo dell’epidemia; gli 1,4 miliardi di cinesi hanno osservato spontaneamente le normative del governo isolandosi a casa. Bruce Alyward, consulente senior del segretario generale dell’Oms ha detto che ad averlo maggiormente impresso è il fatto che ogni cinese vuole assumersi la propria responsabilità e intende contribuire alla lotta contro l’epidemia.

Superato il banco di prova dell’epidemia di Covid-19, il sistema politico e la capacità di governance della Cina saranno ulteriormente migliorati, e la volontà del Paese di superare le difficoltà sarà ancora più ferma.

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

Tanta italia in questa edizione del Festival di cinema di Shanghai
​Al via la prima missione cinese per l’esplorazione di Marte!
Antica Via della Seta Marittima, conclusione con il declino nelle ultime due dinastie cinesi
Vaccino made in China completa la seconda fase di sperimentazioni cliniche
In Cina si sono riaperte le sale di cinema!
Ecco il treno a levitazione magnetica made in China di 600 km/h!