Il popolo cinese non cederà mai a nessuna minaccia esterna

2019-11-29 20:17:30
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

Gli Stati Uniti hanno recentemente sottoscritto il cosiddetto "Hong Kong Human Rights and Democracy Act", sostenendo apertamente i criminali violenti radicali di Hong Kong, interferendo seriamente negli affari di Hong Kong e negli affari interni della Cina, violando gravemente il diritto internazionale e le norme fondamentali delle relazioni internazionali. Così facendo hanno rivelato palesemente le proprie intenzioni di creare scompiglio a Hong Kong e di contenere lo sviluppo della Cina. Ma questa volta gli Stati Uniti hanno fatto male i loro calcoli, perché nessuna minaccia può spaventare 1,4 miliardi di cinesi, inclusi i compatrioti di Hong Kong.

Negli ultimi cinque mesi, le attività illegali e violenti su larga scala a Hong Kong sono aumentate, il che ha spinto Hong Kong in una situazione molto pericolosa. I ribelli hanno gridato slogan inneggianti alla “indipendenza di Hong Kong”, hanno paralizzato il traffico, hanno distrutto e bruciato edifici, hanno attaccato polizia e civili, minacciato di colpire patrioti e amanti di Hong Kong e perfino ucciso un civile innocente. In questo momento critico in cui Hong Kong si trova ad affrontare la violenza e il caos ed è impegnata a ripristinare l'ordine, gli Stati Uniti hanno firmato il cosiddetto "Hong Kong Act", nel tentativo di lasciare una buona via d’uscita per i criminali violenti radicali di Hong Kong, minando la prosperità e la stabilità di Hong Kong, interferendo con la pratica di successo di "un paese, due sistemi" e ostacolando il processo storico della grande rinascita della nazione cinese. Il popolo cinese non sarà mai d'accordo. In questo incidente, molti politici americani si sono apertamente incontrati con i leader che sostengono "l’indipendenza di Hong Kong "; alcuni media americani hanno confuso il bianco con il nero, ciò che è giusto con ciò che è sbagliato. Alcune cosiddette organizzazioni non ufficiali americane hanno, inoltre, fornito in vario modo supporto ai delinquenti. Si sono serviti della scusa della "democrazia" e dei "diritti umani" per intervenire negli affari di Hong Kong e negli affari interni della Cina. La gente ha potuto però appurare che dietro i disordini di Hong Kong si nasconde la mano degli Stati Uniti. Il popolo cinese, compresi i compatrioti di Hong Kong, non potrà mai tollerare le cattive intenzioni di alcune persone statunitensi che hanno volutamente creato disordini a Hong Kong, per derubare e contenere la Cina!

Il popolo cinese non crede alle streghe né le teme, e non si arrende alle pressioni esterne. Nei primi anni successivi alla fondazione della Nuova Cina, il popolo cinese era unito dalla stessa volontà e distrusse il blocco dei Paesi occidentali. Anche nei periodi più difficili, il popolo cinese non si è mai inchinato.

Dal ritorno alla madrepatria, grazie al vigoroso sostegno del governo centrale e della Cina continentale, Hong Kong è riuscita a difendersi dagli impatti esterni della crisi finanziaria asiatica e ha saputo mantenere la sua stabilità e prosperità nel lungo periodo. Questa volta, degli americani tentano di minacciare il popolo cinese con l’entrata in vigore del “disegno di legge”, ma hanno sottovalutato veramente la solida determinazione del popolo cinese a salvaguardare la prosperità e la stabilità della regione ad amministrazione speciale e la capacità e il metodo di tutelare la sovranità, la sicurezza e gli interessi di sviluppo del paese! Il cosiddetto disegno di legge può solo fare riconoscere ulteriormente al popolo cinese gli obiettivi malevoli e la natura dell’egemonia, spingendoli ad unirsi ancor di più e ad avere più fiducia nell’affrontare le minacce esterne.

Hong Kong è parte integrante della Cina, per cui i suoi affari non devono mai subire ingerenze da forze esterne. La Cina di oggi è più vicina che mai alla realizzazione dell’obiettivo della grande rinascita della nazione cinese, ed è ancora più in grado di rispondere ai rischi e alle sfide esterni. Si consiglia a Washington di correggere i propri errori, di fermarsi finché sono in tempo e di porre immediatamente fine alle ingerenze negli affari di Hong Kong e negli affari interni cinesi. Per rispondere al provvedimento errato degli Stati Uniti, la Cina prenderà sicuramente delle contromisure e gli Usa dovranno dar conto di tutte le conseguenze.

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

00:02:06
Cosa ci porta accordo ICE-JD.COM?
00:02:46
MUSICA TRADIZIONALE CINESE-Serata gioiosa
00:01:06
CUCINA TRADIZIONALE CINESE-Fiocco condito con la salsa di pepe blu
00:00:41
MUSICA TRADIZIONALE CINESE-Il piacere di suonare
00:01:27
CUCINA TRADIZIONALE CINESE-Pollo "Ma Po"
00:00:51
SPECIALE-PAI A CIIE: Yacht Ferretti