Il commercio estero della Cina é assolutamente resistente - Radio Cina Internazionale

2019-07-12 20:45:40
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

Venerdì 12 luglio, l'Amministrazione generale delle dogane della Cina ha pubblicato i dati import-export del commercio estero della prima metà dell'anno, in cui ha illustrato che il volume totale dell'import-export della Cina ha raggiunto i 14,67 trilioni di yuan, con un incremento del 3,9%. Attualmente, il protezionismo e la pressione al ribasso della crescita economica globale sono in aumento, e questa "pagella" duramente conquistata consegnata dalla Cina è una dimostrazione dell'assoluta resistenza del commercio estero cinese e del fatto che la tendenza positiva di stabilità a lungo termine dell'economia cinese non è cambiata.

Nel dettaglio, l'importazione e l'esportazione della Cina nella prima metà dell'anno hanno dimostrato caratteristiche di stabilità generale, sviluppo costante e avanzato, alta qualità e avanzamento ordinato, dimostrate principalmente sotto tre aspetti:

In primo luogo, la forza motrice della crescita del commercio estero ha dimostrato maggiore forza, denotando il costante conseguimento di nuovi risultati nella trasformazione ed escalation del commercio estero della Cina.

In secondo luogo, i partner commerciali stanno diventando più diversificati. Questo dimostra che il miglioramento cinese della struttura del mercato globale sta rilasciando gli interessi, che senza dubbio contribuiranno a coprire gli effetti negativi delle frizioni commerciali sino-americane e miglioreranno con efficacia la capacità di resistere ai rischi dell'economia cinese.

In terzo luogo, la struttura dei prodotti esportati è ulteriormente migliorata. Ciò dimostra che i prodotti di esportazione cinesi stanno costantemente creando nuova competitività.

Vale la pena notare che nel quadro dell'inizio e dell'escalation delle frizioni economiche provocate unilateralmente dagli Usa, nella prima metà di quest'anno, il volume dell'esportazione cinese verso gli Stati Uniti è sceso del 2,6% su base annua, e quello dell'importazione cinese dagli Usa è sceso del 25,7% su base annua. Una differenza talmente ampia dimostra che per la Cina, i prodotti americani sono ancora più sostituibili. Nello stesso periodo, il surplus commerciale verso gli Usa è aumentato del 12%, dimostrando che l'aggiunta di tariffe non risolverà lo squilibrio commerciale tra i due Paesi, ma danneggerà gli interessi delle imprese e dei consumatori statunitensi.

Influenzato da fattori come la situazione di tensione del commercio globale, ad aprile di quest'anno l'Organizzazione mondiale del commercio ha abbassato le sue previsioni sulla crescita del commercio mondiale di quest'anno al 2,6% dal precedente 3,7%. Secondo il nuovo rapporto dell'OMC sull'indice della prospettiva sul commercio globale, l'indice della prospettiva sul commercio globale per il secondo trimestre di quest'anno è stato di 96,3, raggiungendo il livello più basso da marzo del 2010. In questo contesto, le importazioni ed esportazioni della Cina hanno mantenuto una crescita stabile e qualitativa nella prima metà dell'anno, il che éstato di difficile conseguimento. Questo dimostra completamente che l'enorme scala del mercato cinese, le abbondanti risorse umane e il completo supporto industriale, hanno fornito un forte sostegno al costante miglioramento del commercio estero.

Al contempo, tutto ciò ha tratto beneficio dalla continua promozione cinese dell'ulteriore apertura ad alto livello, e le misure per un taglio delle tasse su larga scala e un piano di riduzione della pressione fiscale hanno stimolato la fiducia del mercato e delle imprese. La riunione esecutiva del Consiglio di Stato cinese convocata di recente ha determinato ancora una volta varie misure, tra cui figurano la ricerca sulla continua riduzione del livello generale dei dazi doganali d'importazione, l'accelerazione dello sviluppo dell'imprenditoria elettronica transfrontaliera, la costruzione di zone esemplari per il commercio d'import, e la riduzione dei tempi di sdoganamento, il che migliorerà ulteriormente il livello di facilitazione degli scambi commerciali e ottimizzerà continuamente l'ambiente imprenditoriale, in modo da iniettare slancio alla stabilità del commercio estero della Cina.

Attualmente, la situazione del commercio mondiale è complessa e grave e i fattori d'incertezza sono evidentemente aumentati. In tale contesto il commercio estero cinese continua a mantenere un sostegno forte e presenta molte condizioni favorevoli. L'aspetto fondamentale dell'economia cinese positiva a lungo termine non è cambiato, la tendenza all'accellerazione del miglioramento strutturale e del trasferimento della forza motrice del commercio estero sono rimasti immutati. Questo fornirà una garanzia importante alla Cina per realizzare una crescita di alta qualità.

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

00:00:44
Cina: l'economia "fredda" diventa calda con apertura degli impianti sciistici in molte zone
00:00:30
La popolazione di cavalli selvaggi di Przewalski in Cina supera i 700
00:04:53
Banana Boys, nuovo format di Studio Tiramsù
00:09:55
IN VIAGGIO CON PAI-Guangxi, Inizia un road trip di Pai nel Guangxi tra villaggio di minoranza etnica, campo di riso terrazzato e spaghetti di riso…
00:00:55
Cinese in pillole-come si dice in cinese “birra”?
00:02:16
China Bites-Pai parla del mistero delle maschere dell’opera di Pechino