99° anniversario della fondazione del PCC: Xi Jinping spiega le responsabilità del Partito

2020-06-30 16:58:56
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

Il primo luglio 2020 ricorre il 99° anniversario della fondazione del Partito Comunista Cinese. Da circa cinquanta membri inziali, il PCC è diventato oggi il maggiore partito politico del mondo. Come ha fatto il PCC a rialzarsi sempre e ad avanzare continuamente anche nei momenti più difficili della sua storia? Pur attraversando circa cento anni di grandi cambiamenti, come ha fatto a mantenere sempre la sua vitalità? 

Visite straordinarie dopo il XIX Congresso nazionale

Il 31 ottobre 2017 Xi Jinping, a capo dei membri del Comitato permanente dell’Ufficio politico del nuovo Comitato centrale del PCC, si è recato a Shanghai e a Jiaxing nella provincia del Zhejiang, per visitare il sito del primo Congresso nazionale del PCC e il modello della storica Barca rossa di Jiaxing su cui naque il Partito, procedere ad una rassegna storica e rileggere il testo della promessa di adesione, a segno di una ferma volontà politica della leadership del nuovo Comitato centrale del PCC. 

Occorre ricordare sempre il sogno, non importa quanto lontano si va, non si deve mai dimenticare il motivo per cui si è partiti. A Shanghai e Jiaxing, Xi Jinping ha parlato diverse volte delle “intenzioni iniziali”. “Solo se non si dimenticano le intenzioni iniziali si possono raggiungere gli obiettivi finali. Le intenzioni iniziali e le missioni del PCC sono la ricerca della felicità per il popolo cinese e della rinascita della nazione cinese. Queste sono le motivazioni fondamentali che spingono il PCC ad avanzare continuamente”.

Per capire se le politiche sono efficaci occorre guardare in che modo sono recepite dagli abitanti rurali

“Per capire se le politiche elaborate dal Comitato centrale del PCC sono efficaci occorre guardare se gli abitanti rurali le accolgono o meno col sorriso”. Queste sono le parole pronunciate da Xi Jinping durante un’ispezione sui risultati della lotta alla povertà nel villaggio Huamao della provincia del Guizhou.

Emancipare dalla povertà entro il 2020 tutta la popolazione povera, calcolata secondo gli standard attualmente in vigore, rappresenta una promessa solenne che il PCC ha fatto alla popolazione di tutta la Cina. Nonostante il grave impatto economico avuto dal Covid-19, Xi Jinping ha sempre sottolineato che l’obiettivo “deve essere raggiunto senza se e senza ma”.

Nel 2020 il modo in cui la Cina ha condotto la battaglia contro il Covid è diventato una vivida dimostrazione dell’idea che “il popolo viene prima di ogni altra cosa”. Di fronte alla situazione epidemica, il PCC ha da subito chiaramente indicato che la vita e la salute del popolo devono essere messe al primo posto.

Dare risposte ancora migliori alla storia e al popolo

Per governare la Cina occorre prima amministrare il PCC. Sin dal XVIII Congresso nazionale del PCC, la determinazione e la fiducia di Xi Jinping nella severa gestione del PCC e nella lotta energica alla corruzione hanno impressionato profondamente l’opinione pubblica. Negli ultimi anni, il grado, la frequenza e il numero dei funzionari rimossi hanno superato di gran lunga quanto avvenuto in passato. Nel contempo continua la costruzione del Partito a livello di sistema.

Guardando al futuro, Xi Jinping ha sottolineato che tutti i membri del PCC devono impegnarsi a dare nuove risposte ancora migliori alla storia e al popolo.  

 

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

Si ritira a 37 anni il campionissimo cinese del badminton Super Dan!
Presto nuovo collegamento di Pai con Edoardo Gagliardi, focus sul cinema cinese nel periodo epidemico
Anteprima: Presto nuovo collegamento di Pai con Edoardo Gagliardi, focus sul cinema cinese nel periodo epidemico
Anteprima: In questi giorni si fa in tutta la Cina “Gaokao”, esame per l’ammissione di univeristà
In questi giorni si fa in tutta la Cina “Gaokao”, esame per l’ammissione di univeristà
Antica Via della Seta Marittima, rotte delle dinastie Sui e Tang (581-709 D.C.)