Usa: dazi punitivi contro Francia fino a 100% su 2,4 miliardi di dollari di importazioni

2019-12-03 15:58:20
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

Lunedì 2 dicembre il rappresentante commerciale degli Stati Uniti, Robert Lighthizer, ha annunciato che la nuova tassa francese sui servizi digitali è “discriminatoria” nei confronti delle società americane del settore digitale. Tenendo in considerazione i “danni” provocati dalla digital tax, Lighthizer ha proposto al governo americano di imporre dazi fino al 100% su 2,4 miliardi di dollari di merci importate dalla Francia, come champagne, formaggi e borse.

In una nota pubblicata nel pomeriggio dello stesso giorno, Lighthizer ha dichiarato che l’indagine avviata sotto la sezione 301 del Trade Act del 1974 ha dimostrato che la tassa francese sui servizi digitali è chiaramente discriminatoria verso i grandi operatori del web statunitensi, da Google ad Apple e Facebook, passando per Amazon, creando degli “oneri” per le società americane, il che non è conforme agli attuali principi delle politiche fiscali internazionali.

Inoltre, l’ufficio del rappresentante commerciale sta pensando di aprire indagini anche sulle digital tax di Austria, Italia e Turchia.

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

00:02:06
Cosa ci porta accordo ICE-JD.COM?
00:02:46
MUSICA TRADIZIONALE CINESE-Serata gioiosa
00:01:06
CUCINA TRADIZIONALE CINESE-Fiocco condito con la salsa di pepe blu
00:00:41
MUSICA TRADIZIONALE CINESE-Il piacere di suonare
00:01:27
CUCINA TRADIZIONALE CINESE-Pollo "Ma Po"
00:00:51
SPECIALE-PAI A CIIE: Yacht Ferretti