Studiosi italiani: la cooperazione Italia – Cina sul “Belt&Road” si rafforzerà ulteriormente

2020-07-11 20:31:32
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

Di recente, studiosi di varie università italiane hanno tenuto un webinar sui progressi dell'iniziativa "Belt and Road" e sul tema di come l'Italia e la Cina realizzeranno la cooperazione "Belt and Road" dopo l'epidemia, avviando ufficialmente il progetto di ricerca "Belt and Road" finanziato dal ministero italiano di Istruzione, di Università e di Ricerca.

Come una componente del Prin (Progetto di Ricerca di Rilevante Interesse Nazionale), il progetto è stato avviato congiuntamente dalla professoressa Marina Timoteo e dal professor Stefano Zunarelli della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Bologna. Il professor Zunarelli e altri colleghi hanno analizzato e sintetizzato le questioni principali nel processo di costruzione di "Belt and Road" dei due paesi. Ha detto:

“Le difficoltà di avere piena conoscenza delle possibilità offerte dal progetto "Belt and Road" e (come gestire) il rapporto con le grandi imprese cinesi sono spesso i problemi di base incontrati dalle imprese italiane partecipando alla cooperazione (Belt and Road). Uno dei nostri scopi è risolvere questi problemi, sia in termini di comprensione che di comunicazione tra le imprese.”

Zunarelli ha affermato che la cooperazione tra diverse economie del mondo, come Europa e Cina, in particolare Italia e Cina, è destinata a continuare ad avanzare. Il nostro compito è promuovere questo sviluppo. Ad esempio, nei prossimi mesi i due paesi potranno avviare la cooperazione sanitaria nel quadro di “Belt and Road”.

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

Tanta italia in questa edizione del Festival di cinema di Shanghai
​Al via la prima missione cinese per l’esplorazione di Marte!
Antica Via della Seta Marittima, conclusione con il declino nelle ultime due dinastie cinesi
Vaccino made in China completa la seconda fase di sperimentazioni cliniche
In Cina si sono riaperte le sale di cinema!
Ecco il treno a levitazione magnetica made in China di 600 km/h!