Usa spingono per creare un’alleanza anti-cinese, ma l’Europa adotta un approccio più cauto

2021-06-16 14:43:45
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

Lunedì 14 giugno, presso il quartier generale della NATO a Bruxelles, capitale del Belgio, si è tenuto il vertice della NATO, al termine del quale i Paesi membri del Patto Atlantico hanno rilasciato un comunicato congiunto parlando per la prima volta della Cina, affermando che il gigante asiatico rappresenta una "sfida sistemica". Il giorno prima, nel comunicato finale rilasciato al termine del vertice del G7 appena conclusosi in Cornovaglia, nel Regno Unito, anche i Paesi membri del G7 hanno attaccato la Cina sui cosiddetti diritti umani e sulle questioni legate al Xinjiang, a Hong Kong e all’origine del coronavirus. La partecipazione personale del presidente degli Stati Uniti Biden è considerata come un importante sforzo degli Usa per convincere gli alleati a contrastare la Cina e costituire una "alleanza anti-cinese".

Il presidente francese Macron, nel corso di una conferenza stampa tenutasi dopo il vertice del G7, ha chiarito che il G7 non è un "club" ostile alla Cina. Il G7 spera ancora di cooperare con la Cina su questioni come i cambiamenti climatici, il commercio internazionale e le politiche di sviluppo. La cancelliera tedesca Merkel ha anche affermato che “La Cina è un avversario su molte questioni, ma è anche un partner sotto molti aspetti". Il primo ministro italiano Mario Draghi ritiene che l'Occidente debba cooperare con la Cina in aree chiave, in particolare sui cambiamenti climatici. Il quotidiano tedesco Bild ha affermato che, sebbene Stati Uniti, Regno Unito e Canada abbiano chiesto politiche più dure nei confronti della Cina, Merkel e Draghi hanno deciso di premere il pedale del freno.

Vale la pena notare che gli Stati Uniti, prima del vertice del G7, avevano annunciato un progetto di costruzione infrastrutturale globale “Build Back Better World Initiative" (B3W), ma il Financial Times ha osservato che, fino all'ultimo giorno, al vertice del G7 non si è trovato un accordo sui fondi di finanziamento e sui contenuti dell’iniziativa.

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

00:03:41
Continua il nostro viaggio nello Xinjiang e oggi, con Pai, ne scaliamo le vette alla scoperta dell'arco naturale più alto al mondo
00:01:57
Viaggio in Cina- Con Pai osserviamo da vicino gli animali sul deserto Taklimakan
00:00:26
CINESE IN PILLOLE-Come si dice in cinese "ponte"?
00:02:10
Viaggio digitale in Cina-Pai ci accompagna al maggiore deserto della Cina
00:02:08
PATRIMONI CULTURALI CINESI-Pai vi accompagna alla pagoda Liushengta
00:00:45
CINESE IN PILLOLE-Come si dice in cinese "FARO"?