Olimpiadi invernali 2022, completata la parte principale dello “Snow Ruyi”

2021-04-22 17:35:26
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

Il centro nazionale per il salto con gli sci “Snow Ruyi”, si trova nell’area di gara di Zhangjiakou. È la prima struttura sportiva che ospiterà le gare di salto con gli sci, è la più grande di questo tipo e presenta le maggiori difficoltà di costruzione dell’intero complesso di sedi che ospiterà le Olimpiadi invernali 2022 a Zhangjiakou. Dopo quasi 4 anni di costruzione, la parte principale dell’impianto sportivo è stata completata. Lo “Snow Ruyi”, con il suo design scientifico ed ecologico, ideato per rispondere alle esigenze delle persone che ospita, presenta una forma elegante e straordinaria.

Lo “Snow Ruyi” nasce da un’idea totalmente “green”

La curva del percorso per il salto con gli sci è in linea con i principi della fisica e il design di questa struttura ricalca la forma a “S” del tradizionale bastone “Ruyi”, un oggetto beneaugurante nella cultura cinese; questo è il motivo per cui l’impianto sportivo ha preso il nome di “Snow Ruyi”. La pista dello “Snow Ruyi” è stata costruita seguendo il profilo della valle, e oltre ai lavori di scavo del terreno e al piantare i piloni, il team di progettisti ha considerato come rispondere alle esigenze delle natura, salvaguardando l'ambiente ecologico, la superficie originale della valle e il deflusso, tenendo anche conto del percorso di migrazione degli animali selvatici. Zhang Li, capo progettista per Giochi Olimpici Invernali di Pechino 2022 a Zhangjiakou, preside della Scuola di Architettura dell'Università Tsinghua e vice capo architetto dell'Istituto di Ricerca e Design Architettonico dello stesso ateneo, ha spiegato il concetto di rispetto dell’ambiente ecologico su cui si fonda il progetto per lo “Snow Ruyi”, che è quello di evitare di intervenire sul profilo del rilievo montuoso e ridurre l’impatto sull’ambiente naturale.

Caratterizzato dalla tecnologia e dal concetto di protezione dell'ambiente ecologico lo “Snow Ruyi” si presenta come una struttura “smart”.

La temperatura esterna durante i giochi oscillerà tra i -10 e i -20 gradi Celsius. Il problema principale che il team di progettisti della Tsinghua University School of Architecture dovranno risolvere è quello di fornire più comfort a tutti i partecipanti e spettatori in un ambiente relativamente freddo, dove sia possibile mantenere un alto grado di efficienza energetica, tenere sotto controllo le emissioni di carbonio e fare in modo che l’intera struttura sia impiegata in modo sostenibile.

Il presidente Zhang Li ha spiegato che il progetto dello “Snow Ruyi” si fonda sul concetto di “montaggio” grazie all’uso di materiali modulari che vengono usati per assemblare individualmente ogni sezione.

Nel caso in cui si riveli necessario rinnovare completamente o parzialmente la struttura, sarà possibile smontare ogni singolo modulo e adoperarlo in seguito.

I materiali utilizzati nel progetto “Snow Ruyi” rispondono totalmente all’impegno di ridurre le emissioni di carbonio. Zhang Li ha poi detto che per fornire un’ambiente confortevole nell’area delle tribune, e allo stesso tempo ridurre il consumo energetico, il gruppo di progettisti fornirà due soluzioni: la presenza di ringhiere con funzione di riscaldamento e fonti di calore rimovibili con un’autonomia di 4-6 ore.

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

00:08:12
Scopriremo tutto quello che FAST è in grado di fare
00:00:43
Cinese in pillole-come si dice in cinese “lucertola”?
00:07:38
Oggi, con Pai, andiamo sul Ponte di Marco Polo...
CINESE IN PILLOLE-Come si dice in cinese "LEONE"?
00:07:52
Oggi Pai ci fa scoprire tutta lo splendore dell'etnia Miao
00:08:11
Oggi visitiamo il Palazzo d'Estate con Pai