Cina confuta le osservazioni errate del rappresentante permanente degli Usa presso l’ONU

2020-07-01 11:29:34
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

Il 30 giugno la Missione permanente cinese presso le Nazioni Unite ha rilasciato una dichiarazione, con la quale ha confutato le osservazioni errate del rappresentante permanente degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite relative alla Cina.

Nella dichiarazione si afferma che il 30 giugno il rappresentante permanente degli Stati Uniti ha rilasciato una dichiarazione in cui ha invertito il bianco e il nero, piena di pregiudizi, distorcendo la situazione dei diritti umani in Cina e costituendo un’ingerenza negli affari interni della Repubblica popolare cinese, contro cui la Cina ha espresso forte insoddisfazione e ferma opposizione. Che la situazione dei diritti umani di un paese sia buona o meno, sicuramente è la sua gente ad aver più voce in capitolo per dirlo. Più di 1,4 miliardi di cinesi vivono una vita pacifica, libera e felice. Questo è il più grande progetto sui diritti umani, la migliore pratica sui diritti umani e l'enorme contributo della Cina alla causa dei diritti umani nel mondo. Per questo, abbiamo esortato gli Stati Uniti ad ascoltare attentamente la voce giusta della comunità internazionale. Qualsiasi tentativo di politicizzare la questione dei diritti umani e di utilizzare la questione dei diritti umani per attaccare e diffamare la Cina non avrà successo.

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

Si ritira a 37 anni il campionissimo cinese del badminton Super Dan!
Presto nuovo collegamento di Pai con Edoardo Gagliardi, focus sul cinema cinese nel periodo epidemico
Anteprima: Presto nuovo collegamento di Pai con Edoardo Gagliardi, focus sul cinema cinese nel periodo epidemico
Anteprima: In questi giorni si fa in tutta la Cina “Gaokao”, esame per l’ammissione di univeristà
In questi giorni si fa in tutta la Cina “Gaokao”, esame per l’ammissione di univeristà
Antica Via della Seta Marittima, rotte delle dinastie Sui e Tang (581-709 D.C.)