​ Navi della polizia marittima effettuano pattugliamento con alta frequenza lungo il confine marittimo del Guangdong-Hong Kong

2019-12-02 17:14:38
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn
Di recente, la polizia marittima cinese ha organizzato navi da guerra per condurre il pattugliamento con alta frequenza alle frontiere marittime tra Guangdong e Hong Kong, al fine di reprimere con severità le attività illegali e criminali in mare secondo quanto previsto dalla legge. Sono stati indagati e gestiti 19 casi di sospetto attraversamento della frontiera, che hanno visti coinvolti 16 navi e 190 persone. Sono stati inoltre condotti sequestri in un totale di 404 casi di contrabbando, che hanno visti coinvolti 371 navi e 379 sospetti, salvaguardando efficacemente la sicurezza e la stabilità della frontiera marittima tra Guangdong e Hong Kong.

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

Uniti contro il Covid-19: la mascherina può essere riutilizzata?
Uniti contro il covid-19: Psicoterapia:come allontanarci dallo stress?
Uniti contro il covid-19: la condivisione della lavatrice causa qualche contagio?
Uniticontroilcovid19: come disinfettare la giacca?
Coronavirus, task force cinese al lavoro in Italia
Uniti contro il Covid-19: i virus sopravvivono più a lungo sulle superfici lisce?