Una serie di dati sui risultati raggiunti dalla Cina nella riduzione della povertà

2021-07-26 10:31:47
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

Dall’applicazione delle politiche di riforma e apertura, Cina ha risollevato dalla povertà 770 milioni di persone appartenenti alla popolazione indigente delle zone rurali, contribuendo per oltre il 70% alla riduzione della povertà nel mondo;

Dal 18esimo Congresso Nazionale del Partito Comunista Cinese, le donne rappresentano circa la metà dei quasi 100 milioni di poveri che sono stati sollevati dalla povertà;

Il reddito disponibile pro capite dei residenti rurali nelle zone colpite dalla povertà è aumentato a 12.588 yuan;

Il tasso di istruzione obbligatoria fino a nove anni nelle contee colpite dalla povertà ha raggiunto il 94,8%;

Oltre il 99,9% della popolazione povera dispone dell’assicurazione medica di base;

Il 98% delle contee colpite dalla povertà possiede almeno un ospedale di secondo livello o superiore…

La storia dell'umanità è una storia di lotta contro la povertà, di auto-affrancamento e di sviluppo.

L'eliminazione della povertà è stato un ideale comune di tutta l'umanità sin dai tempi antichi. Nella storia documentata, lo sviluppo della società umana è sempre stato limitato dalla povertà e dai problemi derivanti da essa, ossia fame, malattie e conflitti sociali. Anche oggi con la tecnologia avanzata, l'abbondanza di materie prime e il progresso sociale, l'eliminazione della povertà è ancora un compito molto importante e difficile che sono chiamati ad affrontare tutti i paesi del mondo, in particolare quelli in via di sviluppo.

Nel 2000, nel corso del Vertice del Millennio delle Nazioni Unite, sono stati avanzati gli Obiettivi del Millennio. Nel 2015, al vertice delle Nazioni Unite per lo sviluppo, i leader mondiali hanno adottato congiuntamente l'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile inserendo come obiettivo principale l'eradicazione della povertà. A febbraio 2021, la Cina ha annunciato l'eliminazione della povertà assoluta. Il segretario generale delle Nazioni Unite Guterres ha inviato una lettera al presidente Xi Jinping, affermando che "questo grande risultato ha dato un contributo importante alla realizzazione di un mondo migliore e più prospero delineato nell'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile" e che "i risultati straordinari della Cina danno speranza e incoraggiamento a tutta la comunità internazionale.”

La Cina è il più grande paese in via di sviluppo del mondo ed anche il più popoloso. Al processo di riduzione della povertà in Cina sono legati direttamente il successo o il fallimento della riduzione della povertà in tutto il globo. In termini di velocità del processo di riduzione della povertà, la Cina è stata ovviamente la più celere al mondo, mentre in termini di popolazione, la Cina ha aiutato il maggiore numero di persone a liberarsi dalla povertà. In questo processo, la Cina ha istituito e migliorato il più grande sistema di istruzione, sicurezza sociale e medico del mondo; questo può essere definito il più grande progetto sui diritti umani e il modo migliore per salvaguardare in modo concreto i diritti umani. Inoltre, gli straordinari risultati della Cina nella riduzione della povertà non solo hanno promosso direttamente il processo di riduzione della povertà globale, ma hanno anche portato grande fiducia nella possibilità di eliminare la povertà in tutto il mondo.

La Cina ha intrapreso una strada adatta al proprio sviluppo. Per ridurre con successo la povertà, il paese ha contributo con un proprio progetto mirato che fornisce un importante riferimento per l’azione intrapresa in questo senso da un vasto numero di paesi in via di sviluppo.

Il piano cinese risolve efficacemente una serie di problemi su come e a chi fornire sostegno, sottolineando il duplice supporto tra “dovere” e “volere”, stimolando la forza endogena delle famiglie povere per superare la loro condizione di indigenza così da minimizzare il rischio della “povertà di ritorno”.

La strategia mirata non solo gioca un ruolo forte per la riduzione della povertà in Cina, ma contribuisce anche al superamento della povertà estrema su scala internazionale e alla riduzione accelerata della povertà nei paesi in via di sviluppo.

Nel processo di riduzione della povertà in Cina, la saggezza cinese innovativa è ovunque e le tecnologie avanzate come Internet e i big data sono abilmente "incorporate" nel lavoro di riduzione della povertà. Con l'aiuto della tecnologia dei big data, la Cina ha migliorato in modo completo l'efficienza e la qualità del lavoro in termini di posizionamento preciso dei poveri, analisi delle loro caratteristiche, formulazione precisa delle misure di assistenza e valutazione precisa degli effetti della riduzione della povertà.

Per la Cina, l'eliminazione della povertà assoluta non è solo un risultato storico del suo sviluppo sociale ed economico, ma anche il modo migliore e più pratico per salvaguardare il rispetto dei diritti umani. Il raggiungimento con 10 anni di anticipo da parte della Cina dell'obiettivo di riduzione della povertà inserito nell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile consente a quasi un quinto della popolazione mondiale di condurre una vita pacifica, libera e felice, e rappresenta un contributo importante alla causa globale dei diritti umani.

Coloro che seguono il processo di riduzione della povertà in Cina hanno potuto scoprire che i poveri in gruppi specifici come donne e bambini, anziani, disabili e minoranze etniche sono gli obiettivi chiave dell'azione di assistenza, proteggere in modo completo il loro diritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo, è una caratteristica distintiva dell’azione intrapresa dalla Cina per ridurre la povertà.

Il 25 febbraio 2021 rappresenta lo storico momento in cui la Cina ha ufficialmente detto addio alla povertà assoluta. Tuttavia, il lavoro di riduzione della povertà non è ancora finito e c'è ancora molta strada da fare per eliminare la povertà relativa. Nel 2021, il documento centrale n. 1 ha lanciato una mobilitazione generale per promuovere in modo completo la rivitalizzazione delle aree rurali. Il documento centrale n. 1 ha affermato chiaramente che dopo il completamento del compito di riduzione della povertà sarà stabilito un periodo di transizione di cinque anni per le contee che sono state sollevate dalla povertà, richiedendo inoltre il consolidamento continuo dei risultati già ottenuti per migliorare la vita degli agricoltori.

La battaglia per alleviare la povertà ha cambiato le aree rurali della Cina in modo storico e completo, promuovendo in modo deciso lo sviluppo generale delle aree rurali del Paese e gettando le basi per la costruzione globale di una moderna nazione socialista e il raggiungimento del secondo obiettivo centenario del Partito Comunista Cinese. Si tratta di un'altra grande rivoluzione nelle aree rurali della Cina. L'eccezionale saggezza e la filosofia politica alla base della riduzione della povertà in Cina hanno prodotto un positivo “effetto a cascata” in tutto il mondo, illuminando la strada affinché tutta l'umanità possa lottare per una vita migliore.

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

00:00:43
Cinese in pillole-come si dice in cinese “lucertola”?
00:07:38
Oggi, con Pai, andiamo sul Ponte di Marco Polo...
CINESE IN PILLOLE-Come si dice in cinese "LEONE"?
00:07:52
Oggi Pai ci fa scoprire tutta lo splendore dell'etnia Miao
00:08:11
Oggi visitiamo il Palazzo d'Estate con Pai
00:04:18
Viaggio in Cina-Cosa serve un palloncino nel Guizhou?