Quarto anniversario della nuova area di Xiong’an: la parola d’ordine è “innovazione”

2021-06-30 16:05:40
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

Il primo aprile è ricorso il 4° anniversario della fondazione della nuova area di Xiong’an. In questi ultimi quattro anni è proseguito l’impegno per migliorare l’ambiente commerciale e per costituire nuovi sistemi, così da portare avanti una costruzione e uno sviluppo dell’area contraddistinti da standard elevati e alta qualità.

Recentemente il primo progetto della “nuova costruzione infrastrutturale” - il Centro urbano di calcolo di Xiong’an - è entrato nella fase di costruzione dei pali di fondazione. Si prevede che la costruzione sarà terminata alla fine dell’anno corrente e il progetto entrerà in funzione nel 2022. L’edificio, che ospiterà strutture per l’edge computing, il super computing e il cloud computing, fornirà servizi di Internet, calcolo e stoccaggio per i Big Data e le block chain di Digital Xiong’an, promuovendo la costruzione informatica e digitalizzata della nuova area. Il direttore generale della China Xiongan Group Digital City Technology Wang Zhen ha affermato:


“Nel 14esimo Piano quinquennale è stato esplicitamente menzionato lo sviluppo dell’economia digitale. il Centro urbano di calcolo di Xiong’an si rivolge proprio allo sviluppo futuro di quest’ultima. Negli anni a venire bisognerà realizzare una crescita parallela della città digitale e di quella fisica”.

Questa crescita in parallelo delle due anime della città, digitale e fisica, rappresenta una parte dell’impegno profuso per creare nella nuova area di Xiong’an “due ambienti” a favore delle attività commerciali: un “ambiente hard” con una buona immagine, forti capacità e ottime strutture annesse; e un “ambiente soft” caratterizzato dalla mercatizzazione, dallo Stato di diritto e dall’internazionalizzazione. La priorità sarà data alla costruzione di una serie di strutture di servizi pubblici, ad elevare il livello di funzioni secondarie e a rafforzare le capacità di gestione, elevando notevolmente le funzioni urbane e rafforzando la capacità portante dell’ambiente.

Il direttore del Centro per le ricerche sulla cooperazione economica regionale del Ministero del Commercio cinese Zhang Jianping ha affermato che, in futuro, l’economia digitale offrirà condizioni e opportunità per creare un migliore ambiente a favore delle attività commerciali nella nuova area di Xiong’an. Attualmente, si stanno compiendo sforzi che mirano ad approfondire la riforma istituzionale e nel creare un governo orientato ai servizi, il che è estremamente importante per creare un buon ambiente commerciale.

“Attualmente, nel dar forma all’ambiente commerciale, il governo sta anche sfruttando appieno i vantaggi derivanti dal cloud computing, dai Big Data e da altre tecnologie e sta sviluppando rapidamente anche l’e-government e l’e-commerce, nella speranza che tali tecnologie dell’economia digitale possano creare migliori condizioni e opportunità per rendere Xiong’an una nuova area intelligente per prima cosa vivibile, ma anche adatta all’imprenditorialità e al turismo. Inoltre, lo sviluppo nella nuova area di Xiong’an sta procedendo rapidamente anche in termini di creazione di un nuovo tipo di rapporti tra governo e aziende, a cui si aggiungono la semplificazione dell'amministrazione e la decentralizzazione dei poteri, la trasformazione delle funzioni governative, l’unificazione delle varie normative e la riduzione delle approvazioni amministrative”.


Un ambiente commerciale ottimale è alla base di uno sviluppo di alta qualità. Zhang Jianping ha affermato che servirà coltivare un ambiente favorevole all’innovazione e all’imprenditorialità all’interno della nuova area di Xiong’an, che sia dotato di una forte capacità di attirare risorse innovative dall’esterno, sia domestiche che estere; ciò permetterà di dar forma a un ambiente commerciale di prim’ordine a livello nazionale e internazionale. Nel frattempo bisognerà creare il marchio dei “servizi di Xiong’an”, accelerando il collegamento con le regole convenzionali adottate in ambito internazionale in materia di commercio e investimenti.

“Per il momento, la cosa più importante consiste nell’accelerare il collegamento tra l’attuale sistema amministrativo con i nuovi meccanismi, sistemi, regole e richieste in vari settori basati sul contenuto dei 20 articoli dell’accordo RCEP in materia di commercio, investimenti, acquisti governativi, tutela della proprietà intellettuale e così via. Occorre anche velocizzare la riforma del nostro sistema amministrativo. Inoltre, dovremo puntare lo sguardo sullo sviluppo futuro trainato dall’innovazione, sfruttando appieno le risorse e utilizzando al meglio sia il mercato domestico che quello estero. In aggiunta, dovremo fare il possibile per attirare talenti internazionali, sfruttando bene gli investimenti esteri nei settori manifatturiero e dei servizi ad alto valore aggiunto. Nel processo della doppia circolazione, bisognerà accrescere il livello dell’apertura verso l’estero e sviluppare un nuovo motore della crescita economica alimentato dall’innovazione”.


Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

00:00:43
Cinese in pillole-come si dice in cinese “lucertola”?
00:07:38
Oggi, con Pai, andiamo sul Ponte di Marco Polo...
CINESE IN PILLOLE-Come si dice in cinese "LEONE"?
00:07:52
Oggi Pai ci fa scoprire tutta lo splendore dell'etnia Miao
00:08:11
Oggi visitiamo il Palazzo d'Estate con Pai
00:04:18
Viaggio in Cina-Cosa serve un palloncino nel Guizhou?