Chongqing: sviluppo degli allevamenti per una vita “dolce” e felice

2020-09-09 17:01:57
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

Il distretto di Qianjiang, situato nel sud-est della municipalità di Chongqing, in passato era una zona povera di livello statale. La comunità di Shengdi, sede del governo del borgo di Heixi, situato nel distretto di Qianjiang, conta 1350 famiglie, 170 delle quali, per un totale di 620 persone, nel 2014 erano registrate come povere. Vista la morfologia del terreno, caratterizzato da monti, gole profonde e appezzamenti di terra distanti tra loro, gli agglomerati rurali erano dispersi su stretti pianori sul pendio dei monti. Sulla base delle condizioni specifiche dei poveri della zona, il comitato della comunità di Shengdi e il gruppo di lavoro ivi insediato hanno sviluppato il settore dell'allevamento, di conseguenza, nel dicembre del 2019, tutte le famiglie povere registrate si erano emancipate dalla povertà.

Chongqing è un’importante zona di consumo di carne suina a livello nazionale. L’allevamento di suini è uno dei settori-perno scelti per l’alleviamento della povertà nella comunità di Shengdi. Secondo l’'allevatore Huang Heliang, tra lui e gli animali esiste un feeling speciale. I suini del suo allevamento sono accuditi con cura da lui e dalla moglie, come fossero animali domestici: fanno tre pasti giornalieri, al mattino, a mezzogiorno e alla sera, mentre i porcellini godono di un pasto aggiuntivo nella notte. La coppia coltiva il mais per farne foraggio. Dopo i pasti, Huang Heliang elimina subito il letame, garantendo la pulizia del porcile. Inoltre lava i maiali tre volte al giorno, per cui questi sono incredibilmente puliti.

Le sue due scrofe partoriscono due volte all'anno, per un totale di una cinquantina di porcellini. I suini da riproduzione e i porcellini godono di cure speciali, tra cui la parte più fresca e di qualità del mangime. Di notte, nel porcile vengono accese serpentine di incenso, per evitare che i porcellini siano morsi dalle zanzare.

Huang Heliang afferma con piacere: "Questi porcellini valgono parecchio, almeno 80 yuan al chilo".

Anni fa, Huang Heliang ha cominciato a soffrire di crisi di epilessia, per cui ha smesso di andare in città a lavorare. In seguito, la gente del posto si è presa cura di lui e gli ha concesso gratuitamente del terreno incolto da coltivare. Oltre alla garanzia delle condizioni di vita fondamentali, all'assistenza medica di base e all'istruzione obbligatoria, la famiglia di Huang Heliang ha anche ottenuto un prestito senza interessi per la costruzione del porcile e l’ampliamento della dimensione dell'allevamento di suini. Ora lui e la moglie riescono a vendere 17-18 suini da 150 chili l’uno all'anno. Con il denaro ricavato, le condizioni di vita sono migliorate, e la famiglia si è emancipata dalla povertà, godendo del piacere del lavoro e del guadagno.

Da qualche anno, l’apicoltura di nuovo tipo è un settore di sviluppo chiave per la comunità di Shengdi. Wang Zhenliu è un importante apicoltore del villaggio e il presidente della locale cooperativa di allevatori di Apis cerana.

Dopo la smobilitazione dall’esercito, Wang Zhenliu ha lavorato nei cantieri edili come addetto allo scoppio di esplosivi. Tuttavia, superati i 60 anni, ha dovuto lasciare l’incarico. La moglie non gode di buona salute e assume medicine da anni, e il figlio ha subito danni cerebrali e può svolgere solo lavori semplici. Nei tre anni prima di dedicarsi all’apicoltura, la famiglia era in gravi difficoltà economiche.

Rispetto all'allevamento di suini e bovini, l'apicoltura richiede meno forza fisica e meno investimenti. L'unica carenza per Wang Zhenliu era il lato tecnico. Nella primavera del 2015, egli è andato al distretto di Qianjiang della municipalità di Chongqing per partecipare al corso di formazione sulle nuove tecniche di apicoltura, organizzato dall'Ufficio municipale per l’alleviamento della povertà.

Wang Zhenliu ha appreso la tecnica di allevamento di api in arnie quadrate con telai. Una volta tornato a Shengdi, ha utilizzato i 2.000 yuan di sussidi alle famiglie povere concessi dalla comunità per acquistare arnie quadrate di nuovo tipo, in sostituzione delle vecchie arnie su tronchi di legno cavi.

Nel 2016, egli ha prodotto più di 350 chili di miele, con un guadagno di 80.000 yuan, emancipandosi di botto dalla povertà. Oggi, l’allevamento di api di Wang Zhenliu è diventato un centro di formazione. Ogni volta che i compaesani gli chiedono informazioni sulle nuove tecniche di apicoltura, egli risponde sempre con entusiasmo.

Con il sostegno delle politiche di alleviamento della povertà, in tarda età Wang Zhenliu si è emancipato dalla povertà, vivendo una vita migliore. Oggi, come una vecchia ape, egli si impegna ancora con i compaesani nella ricerca di nuove fonti di miele.

La comunità di Shengdi ha sfruttato le caratteristiche e valorizzato i vantaggi locali, sviluppando rapidamente il settore dell'allevamento, il che ha promosso l'aumento del reddito dei contadini poveri e incoraggiato la loro fiducia a lavorare sodo per migliorare le proprie condizioni economiche. Essi hanno riscritto il proprio destino con il sudore delle loro mani laboriose, creando le condizioni per la vita “dolce” e felice di oggi.

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

Viaggio digitale in Cina-presto Pai vi porta al bellissimo lago Tai
Cinese in pillole, come si dice in cinese “orario scaglionato”?
Gastronomia cinese-presto Pai vi insegna un modo cinese di cuocere il pollo!
PAI VLOG: Pai a spasso nell'hutong letterario alla scoperta della Pechino antica
40 anni della Zona economica speciale di Shenzhen, nuovo collegamento di Pai con Stefano Porcelli
Gastronomia cinese-presto Pai vi fa assaggiare i ravioli dalla figura di maialino…