Gli studenti stranieri della Southeast University combattono l’epidemia insieme all’università

2020-06-30 14:12:52
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

Dopo lo scoppio dell’epidemia di Covid-19, la Southeast University di Nanjing ha istituito un meccanismo basato su una copertura informativa completa e la comunicazione tempestiva dei feedback per conoscere il prima possibile i movimenti e le condizioni fisiche degli studenti stranieri, così da fornire loro assistenza nella vita e nello studio. Gli studenti stranieri dell’università partecipano attivamente alle attività di prevenzione e controllo della struttura universitaria. Carvalho, uno studente africano, ha prodotto video di divulgazione scientifica per aiutare gli studenti a comprendere il nuovo coronavirus e padroneggiare le conoscenze in materia di prevenzione.

Alla Southeast University ci sono oltre 1000 studenti provenienti dall’estero. Durante l’epidemia, oltre 200 studenti stranieri sono rimasti all’università, 85 dei quali provengono dall’Africa. Yin Guo, insegnante dell’Ufficio per gli studenti internazionali del College of International Students dell’Università, ha dichiarato che la scuola ha creato più gruppi WeChat per coinvolgere tutti gli studenti dei vari livelli e progetti nei diversi campus, informandoli in modo tempestivo e raccogliendo le loro risposte. Allo stesso tempo, per garantire la salute degli studenti stranieri, l’università ha anche sviluppato un nuovo sistema di dichiarazione sanitaria.

 “La nostra università ha anche sviluppato un sistema di dichiarazione sanitaria in inglese per gli studenti stranieri, tramite il quale gli studenti internazionali comunicano dove si trovano, la propria temperatura corporea e alcune condizioni particolari”.

Carvalho, proveniente da Capo Verde, in Africa, sta frequentando un dottorato in medicina interna presso la Southeast University. Ha studiato e vissuto molti anni in Cina e parla fluentemente il cinese. Nel suo tempo libero, produce spesso brevi filmati con l’intento di divulgare informazioni sulla prevenzione e il controllo dell’epidemia. Poi li pubblica sui suoi profili social. Carvalho ha detto anche che, nella fase iniziale dell’epidemia, l’università ha adottato misure molto rigorose, che hanno sollevato alcuni dubbi tra gli studenti internazionali. Al fine di dissolvere qualsiasi dubbio, ha prodotto appositamente un video per far conoscere ai suoi amici diversi aspetti della prevenzione e del controllo dell’epidemia.

 “Alcuni amici non sapevano cosa dovevano fare, ed erano incerti. Mi chiedevano spesso cosa bisognava fare. Poi io ho fatto un video per spiegare in modo dettagliato cosa è il virus e perché si deve restare a casa”.

I suoi video pubblicati sono stati ben accolti da tutti. Anche i social network dell’università hanno condiviso alcuni suoi video e sempre più persone hanno cominciato a seguirlo. Dopodiché, Carvalho ha prodotto diversi video per rispondere a domande su come si diffonde il nuovo coronavirus, come indossare in modo corretto le mascherine e come adottare misure preventive durante l’epidemia. Questi video sono stati tradotti in inglese e portoghese, Carvalho ha detto che i suoi video mirano ad aiutare l’università a far conoscere le misure di prevenzione dell’epidemia agli studenti internazionali. Ma Carvalho spera anche che i suoi video possano aiutare gli altri paesi a conoscere l’esperienza maturata dalla Cina nella prevenzione e nel controllo dell’epidemia.

 “Secondo me, la misura migliore adottata dalla Cina è quella dell’isolamento. Se la trasmissione da uomo a uomo viene bloccata, il virus non potrà sopravvivere. Pertanto, a prescindere da che si tratti di isolamento individuale, isolamento dei quartieri o isolamento di intere città, mi sembrano tutte cose giuste da fare”. 

Carvalho ha aggiunto che, negli ultimi giorni, mentre l’epidemia si è gradualmente attenuata, la prevenzione e il controllo sono diventati normali. L’università ha organizzato delle attività e gli studenti internazionali hanno preparato involtini di primavera e jiaozi. Lui è molto felice qui.

Secondo quanto appreso, oltre a fornire corsi online agli studenti stranieri affinché potessero proseguire il loro studio, l’università ha anche stabilito attivamente dei contatti con varie grandi imprese per aiutare gli studenti che stanno per laurearsi, pubblicando tempestivamente informazioni riguardanti nuove assunzioni, in modo da aiutarli a conoscere in tempo questo tipo di informazioni. L’insegnante Yin Guo ha detto:

 “Consentiamo agli studenti interessati di iscriversi tramite i mini-programmi, così possiamo sapere quanti studenti hanno intenzione di partecipare; abbiamo istituito anche un meccanismo di comunicazione con le imprese per far conoscere la portata della partecipazione. Determiniamo con le imprese il processo dettagliato, l’orario, la posizione e altre informazioni pertinenti. Una volta confermati, pubblichiamo sul social network le informazioni e i dettagli delle attività di assunzione per gli studenti e inviamo nei gruppi di WeChat i link necessari, in modo che gli studenti possano conoscere quanto prima i dettagli delle attività di assunzione”.

Attualmente Carvalho sta lavorando duramente per completare la sua tesi di laurea. Ha detto che dopo la laurea intende utilizzare ciò che ha imparato in Cina per costruire la sua città natale e dare un contributo alla cooperazione sino-africana in campo medico.

 “Dopo la laurea, dovrei tornare a Capo Verde per fare il medico, il mio paese ha bisogno di un medico. Quello che ho imparato dovrebbe essere utile alle persone della mia patria. Capo Verde già coopera con la Cina in campo medico, spero di far parte della cooperazione e dare il mio contributo”.

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

Si ritira a 37 anni il campionissimo cinese del badminton Super Dan!
Presto nuovo collegamento di Pai con Edoardo Gagliardi, focus sul cinema cinese nel periodo epidemico
Anteprima: Presto nuovo collegamento di Pai con Edoardo Gagliardi, focus sul cinema cinese nel periodo epidemico
Anteprima: In questi giorni si fa in tutta la Cina “Gaokao”, esame per l’ammissione di univeristà
In questi giorni si fa in tutta la Cina “Gaokao”, esame per l’ammissione di univeristà
Antica Via della Seta Marittima, rotte delle dinastie Sui e Tang (581-709 D.C.)