La Cina presenta un’elevata capacità generale d’innovazione tecnico-scientifica

2020-06-01 13:44:08
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

Giorni fa, nel corso di una conferenza stampa tenuta dall’Ufficio Stampa del Consiglio di Stato cinese, il ministro della Scienza e Tecnologia cinese Wang Zhigang ha illustrato che nell’anno passato, la Cina ha compiuto nuovi progressi nel lavoro di scienza e tecnologia, il che ha giocato un importante ruolo nel sostegno di uno sviluppo di alta qualità, nel miglioramento del tenore di vita della popolazione e nella garanzia della sicurezza nazionale. Il ministro ha aggiunto che la scienza e tecnologia hanno ottenuto risultati positivi anche nella prevenzione e controllo epidemici e nella ripresa di lavoro e produzione. Segue il nostro servizio dettagliato.

Nel corso della conferenza stampa, il ministro della Scienza e Tecnologia Wand Zhigang ha illustrato che nell’anno passato, la ricerca scientifica di base e le tecnologie chiave della Cina hanno ottenuto nuovo exploit; l’innovazione tecnico-scientifica ha aggiunto nuovo slancio allo sviluppo di alta qualità: la riforma del sistema tecnico-scientifico e la costruzione di ecologie innovative sono state accelerate; e sono stati fatti nuovi passi in avanti nella cooperazione aperta tecnico-scientifica.

“Nel 2019, i circoli tecnico-scientifici cinesi hanno attuato a fondo la strategia di sviluppo guidato dall’innovazione, rafforzando le ricerche per il superamento dei problemi chiave e accelerando l’entrata in uso dei risultati trasformati. I principali indicatori sono stati costantemente migliorati: nel 2019 le spese per la ricerca e lo sviluppo della società hanno raggiunto i 2170 miliardi RMB, pari al 2,19% del PIL; il tasso di contributo del progresso tecnico-scientifico ha raggiunto il 59,5%; la valutazione dell’Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale (OMPI) ha mostrato che l’indice d’innovazione della Cina si è classificato al 14° posto al mondo; la capacità complessiva d’innovazione è stata notevolmente migliorata e la costruzione di un paese innovativo ha ottenuto nuovi progressi. ”

Dopo lo scoppio dell’epidemia di Covid-19, 12 dipartimenti cinesi hanno formato un gruppo di ricerca scientifica, organizzando e mobilitando forze avanzate dell’intero Paese per condurre ricerche scientifiche sulla prevenzione e controllo dell’epidemia. Wu Yuanbin, direttore del Dipartimento per lo sviluppo sociale e la tecnologia del Ministero della Scienza e Tecnologia, ha illustrato che la prevenzione e controllo dell’epidemia sostenuta da scienza e tecnologia ha ottenuto dei positivi risultati:

“Abbiamo isolato in primo tempo i ceppi virali e condiviso l’intera sequenza genomica del virus con l’OMS, fornendo un’importante base agli scienziati in tutto il mondo per le ricerche su farmaci e vaccini. Abbiamo approfondito gradualmente la conoscenza sul meccanismo patogeno e sulle regole di trasmissione del nuovo coronavirus, e chiarito i principali canali di trasmissione e le condizioni corrispondenti, fornendo così le basi scientifiche per le strategie di prevenzione e controllo. Il team di ricerca scientifica ha attribuito la massima priorità alla ricerca e sviluppo dei vaccini, ed ha stabilito cinque percorsi tecnici tramite cui condurre simultaneamente la ricerca, inoltre i piani nazionali di scienza e tecnologia si concentrano sul supporto di 12 attività di ricerca e sviluppo dei vaccini. Nell’ambito dei cinque percorsi tecnici è stata al momento completata l’inoculazione con il vaccino vettoriale adenovirus dei soggetti negli studi clinici della prima e seconda fase; si è già condotta una valutazione premilinare sui risultati della prima fase. Inoltre, anche altri quattro vaccini inattivi sono stati testati clinicamente.”

Dal punto di vista della cooperazione internazionale nel campo tecnico-scientifico, la Cina è un fermo sostenitore e praticante. A questo proposito, il ministro della Scienza e Tecnologia Wang Zhigang ha affermato che in futuro la Cina continuerà a rafforzare gli scambi e la cooperazione scientifico-tecnologici internazionali e parteciperà attivamente alla governance globale dell’innovazione tecnico-scientifica.

"La Cina rafforzerà ulteriormente i dialoghi di cooperazione in materia di’innovazione con i principali paesi e approfondirà la cooperazione nella ricerca e sviluppo nell’ambito di cambiamenti climatici, energia pulita, vita e salute. Continuerà ad attuare il piano d'azione per l'innovazione tecnico-scientifica" Belt and Road ", promuovendo i quattro piani d’azione di scambi scientifici e tecnologici e culturali, costruzione congiunta di laboratori, cooperazione nei parchi tecnologici e trasferimento tecnologico. Renderà Hong Kong e Macao snodi per la cooperazione tecnico-scientifica aperta, sostenendo Hong Kong nella costruzione di un centro internazionale d’innovazione e tecnologia e portando Macao a diventare un’importante finestra e canale per il collegamento con l’esterno del sistema nazionale d’innovazione. "

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

Si ritira a 37 anni il campionissimo cinese del badminton Super Dan!
Presto nuovo collegamento di Pai con Edoardo Gagliardi, focus sul cinema cinese nel periodo epidemico
Anteprima: Presto nuovo collegamento di Pai con Edoardo Gagliardi, focus sul cinema cinese nel periodo epidemico
Anteprima: In questi giorni si fa in tutta la Cina “Gaokao”, esame per l’ammissione di univeristà
In questi giorni si fa in tutta la Cina “Gaokao”, esame per l’ammissione di univeristà
Antica Via della Seta Marittima, rotte delle dinastie Sui e Tang (581-709 D.C.)