Un grande “grazie” a medici e infermieri. Appuntamento al prossimo anno per ammirare insieme la fioritura di ciliegi all’Università di Wuhan

2020-03-24 14:32:31
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

Come fiocchi di neve cadono i fiori di ciliegio al canto mattiniero dell’oriolo

Il campus dell’Università di Wuhan conta circa un migliaio di alberi di ciliegio di vario tipo. Lunedì 16 marzo, alcuni giornalisti di China Media Group hanno invitato la professoressa Pan Yingchun, docente alla Scuola di Storia dell’Università di Wuhan, per una passeggiata nello storico campus dell'ateneo.

Wuhan sorge in una zona montuosa. La sua università si trova sulle rive del Lago d’Oriente sul monte Luojia, ed è famosa per essere la più bella della Cina. La visita ai fiori di ciliegio dell’Università di Wuhan inizia dalla piazzale del “Kunpeng”.

La scultura che ritrae il “Kunpeng” – animale con coda di pesce e corpo di uccello – con le ali aperte verso l’alto e disposto su una base di pietra, è un dono dei laureati dell’Università di Wuhan che iniziarono i loro corsi di studio tra il 1977 e il 1978. Il “Kunpeng” è una figura citata nel capitolo “Il viaggio felice” del celebre testo taoista “Zhuangzi” e incarna le alte aspirazioni degli studenti che volano in alto ad ali spiegate.

La bellezza del campus dell’Università di Wuhanha saputo arrivareal cuore di molte persone e il più grande desiderio di molti membri dei team di medici che hanno sostenuto e sostengono la provincia in questo periodo critico è quello di ammirare con i propri occhi la fioritura dei ciliegi dell'Università di Wuhan. L'8 marzo l'Università ha emesso unavvisoin cui si legge che per ragioni di prevenzione e controllo dell'epidemia sarà difficile soddisfare il desiderio di coloro che quest’anno desiderano ammirare la fioritura dei ciliegi. In ogni caso tutti saranno invitati all’Università di Wuhan per godersi la fioritura del prossimo anno.


“Estendiamo il nostroinvito a tutti i membri delle squadre di assistenza sanitaria nella provincia dello Hubei. Alla prossima fioritura dei ciliegi a marzo del 2021, saremo lieti di accogliere voi e le vostre famiglie qui al campus dell'Università di Wuhan! Dal prossimo anno e per tre anni consecutivi apriremo una corsia preferenziale apposita per i membri delle squadre mediche che hanno combattuto in prima linea l’epidemia nello Hubei e che potranno venire ad ammirare i fiori di ciliegio senza prenotazione. Cercheremo di offrirvi il servizio migliore”.

Salendo le scale è possibile vedere il profilo del monte Luojia dietro la vecchia biblioteca. Questo è il punto più alto dell’Università e da qui si può avere una visione panoramica di tutto il campus.

La professoressa Pan Yingchun ha detto che i ciliegi dell'Università di Wuhan possono capire tutti i dialetti del Paese, perché alle persone provenienti da ogni luogo della Cina piace esprimere un desiderio sotto i loro rami in fiore. Anche se al momento non è possibile andare di persona ad ammirare la bellezza di questi fiori, un giorno torneremo tutti!

Se chi sa dove c’è la primavera


Nel giardino dei ciliegi del Lago d’Oriente ci sono più di 1.000 alberi suddivisi in 50 tipi. Il giardino è stato aperto appositamente per i membri delle squadre di medici giunti a Wuhan dalle diverse città e province del Paese. Dopo aver “prenotato” questa visita in anticipo sono potuti venire qui per godersi la fioritura con tutte le protezioni necessarie.

Nel giardino di ciliegi il nostro inviato ha incontrato i membri del team di medici della provincia dello Yunnan che hanno riferito che sin dal loro arrivo a Wuhan non erano mai andati a fare una gita all’aperto. Poiché avevano potuto vedere le strade di Wuhan solo durante il tragitto per andare al lavoro, quel giorno erano particolarmente felici per aver avuto la possibilità di uscire e hanno detto di voler tornare a Wuhan per ammirare i fiori di ciliegioalla fine dell’epidemia”.

Alla domanda se avessero voluto dire qualcosa ai cittadini di Wuhan hanno risposto così: “Ringraziamo le persone in tutto il Paese per il loro sostegno. Dopo essere arrivati a Wuhan, ci siamo sentiti circondati dal loro amore. Ci siamo sentiti con le spalle coperte e questo ci ha consentito di essere più concentrati nel nostro lavoro”.

I membri delle squadre di medici, attratti dai bellissimi fiori di ciliegio, hanno scattato foto con i loro cellulari e le hanno condivise con amici e familiari lontani.

Dal 23 gennaio, Wuhan ha premuto il pulsante “Pausa”. Da quel momento andare a vedere i bellissimi fiori di ciliegio al campus universitario è divenuta l’aspettativa di molti. Siamo certi che in futuro saremo sicuramente in grado di celebrare nuovamente la fioritura dei ciliegi in questa eroica città.

yinghuashipin.mp4

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

Uniti contro il Covid-19: la mascherina può essere riutilizzata?
Uniti contro il covid-19: Psicoterapia:come allontanarci dallo stress?
Uniti contro il covid-19: la condivisione della lavatrice causa qualche contagio?
Uniticontroilcovid19: come disinfettare la giacca?
Coronavirus, task force cinese al lavoro in Italia
Uniti contro il Covid-19: i virus sopravvivono più a lungo sulle superfici lisce?