L'Europa è con il popolo cinese nel far fronte all'epidemia

2020-02-27 11:01:32
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

Le misure adottate dalla Cina per prevenire e controllare l'epidemia di COVID-19 stanno ottenendo risultati notevoli, che sono generalmente riconosciuti dalla comunità internazionale. Recentemente, i leader dei partiti politici di molti paesi europei hanno inviato dei video messaggi per riconscere il contributo dato dalla Cina al mondo nella battaglia contro l'epidemia e hanno espresso la volontà dell'Europa di collaborare con la Cina per superare le difficoltà e di affrontare insieme l'epidemia.

In uno di questi video messaggi, l'ex primo ministro greco George Papandreou ha elogiato gli sforzi compiuti dalla Cina per combattere l'epidemia definendoli un "vero atto di coraggio". Papandreou si è detto fiducioso che la Cina superare le difficoltà e ha affermato che la comunità internazionale collaborerà con la Cina per affrontare insieme questa situazione critica:

“Colpisce profondamente il modo in cui il governo e il popolo cinesi abbiano reagito rapidamente e in maniera trasparente all'epidemia. Questo è di grande importanza per il mondo e per tutti noi. Crediamo che la Cina sarà in grado di superare questa difficoltà. Naturalmente, la comunità internazionale darà aiuto e sostegno alla Cina in questo momento così difficile. Insieme possiamo coordinare, e certamenente lo faremo, le nostre azioni per proteggere insieme il popolo cinese e quello del resto del mondo. Con il cuore siamo sempre vicini al popolo cinese che attualmente è impegnato a combattere l'epidemia. Forza Cina!”

Scholz, membro della Coalizione di sinistra del Parlamento europeo, ha affermato che di fronte all’epidemia, l’Europa è insieme con il popolo cinese.

"Siamo con il popolo e il governo cinesi che stanno combattendo contro il COVID-19. Sono fermamente convinto che alla fine vinceremo questa battaglia. Perché questa non è solo una "battaglia contro l’epidemia" della Cina, ma di tutta l'umanità”.

I vantaggi istituzionali e del sistema cinese che hanno permesso alla Cina di mobilitare la forza di tutto il paese di combattere in maniera unitaria l’epidemia hanno sorpreso e generato ammirazione nel resto del mondo. Nel suo video messaggio, Tirmal Djuro, presidente del Partito Operaio Ungherese, ha lodato "la forza della Cina".

"Si può dire che nessun paese al mondo può mobilitare così vaste risorse umane per combattere l'epidemia in così poco tempo. Il Partito Operaio Ungherese sostiene gli sforzi del Partito Comunista Cinese e del governo cinese e si schiera al fianco del popolo cinese, uniti come un sol uomo”.

Joonou, segretario economico del Partito Progressista dei Lavoratori di Cipro, ha detto che la lotta del popolo cinese contro l'epidemia è "una lotta globale comune".

“Combattere contro ogni tipo di epidemia, compresa quella di COVID-19, è un problema globale. Riguarda ognuno di noi, non solo un paese. È una battaglia comune a livello globale. Cari amici cinesi, siamo sempre al vostro fianco e siamo pronti a fornire tutti gli aiuti e il sostegno necessari alla Cina. Siamo fermamente convinti che il popolo cinese uscirà vincitore da questa battaglia”.

Anche Jody Brauer, vice presidente del Partito Comunista Britannico, ha inviato un video messaggio di auguri e incoraggiamento alla Cina:

"Auguriamo al popolo cinese di vincere questa battaglia. Sappiamo che il governo cinese è un forte sostegno per il popolo cinese. Sappiamo che il popolo cinese è unito e solidale in questa battaglia. Siamo fermamente convinti che il popolo cinese sarà in grado di superare le attuali difficoltà. A nome di tutti i compagni del Partito Comunista Britannico, vi auguro tutto il meglio. Forza Wuhan!”

Dopo l'epidemia, molti paesi europei hanno dato una mano alla Cina. La Russia, la Germania, il Regno Unito, la Francia, l’Italia, l’Austria, l’Ungheria, la Lettonia, l’Estonia, la Bielorussia e altri paesi europei hanno donato alla Cina materiali per la prevenzione e il controllo dell’epidemia; l’Unione europea ha inoltre espresso la propria volontà di rafforzare la cooperazione con la Cina e di assumersi seriamente la responsabilità internazionale. Come ha detto Helena Dali, commissario per l'uguaglianza della Commissione europea, "sostenere la Cina equivale ad aiutare il mondo".

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

Uniti contro il Covid-19: la mascherina può essere riutilizzata?
Uniti contro il covid-19: Psicoterapia:come allontanarci dallo stress?
Uniti contro il covid-19: la condivisione della lavatrice causa qualche contagio?
Uniticontroilcovid19: come disinfettare la giacca?
Coronavirus, task force cinese al lavoro in Italia
Uniti contro il Covid-19: i virus sopravvivono più a lungo sulle superfici lisce?