Esperto dell’OMS: sono ottimista, la Cina ha compiuto grandi sforzi, riuscirà a contenere l’epidemia di Covid-19

2020-02-25 14:45:44
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

Giovedì 13 febbraio,Robert Steffen,esperto di epidemiologia e di prevenzione delle malattie infettive dell’Organizzazione mondiale della Sanità, ha concesso un’intervista esclusiva al China Media Group, dicendo di essere ottimista riguardo alfatto che la Cina alla fine dominerà l’epidemia di coronavirus, visto il grande impegno profuso da tutto il Paese nella prevenzione e nel controllo di questa emergenza. Al contempo,Steffenha sottolineato che le persone non devono farsi prendere dal panico, l’importante è essere vigili e proteggersi quotidianamente. Per maggiori dettagli, ascoltiamo insieme il reportage di Zhang Jinghao, giornalista del China Media Group in Svizzera.


Nell’intervista, il professor Robert Steffen ha dichiarato che dagli ultimi dati sulla nuova epidemia di coronavirus emerge che il numero di casi confermati è in diminuzione.Sebbene per il futuro permangano elementi di incertezza, la situazione in generale desta ottimismo. Qui di seguito le sue parole:

"Negli ultimi giorni, abbiamo assistito a una riduzione dei casi (di nuova polmonite virale) e, sebbene possano accadere ancora tante cose, sono ottimista sul fatto che l'epidemia sarà tenuta presto sotto controllo".


Il professor Steffen ritiene che, di fronte a questa epidemia, la Cina, l'OMS e il mondo intero abbiano mostrato di aver fatto tesoro delle esperienze passate, predisponendo preparativi migliori, ed è suqueste premesse che si poggia il suo ottimismo.


"Rispetto alla SARS del 2003, abbiamo compiuto grandi progressi. Come ha affermato il dott.Tedros Adhanom Ghebreyesus (direttore generale dell'OMS),la Cina ha dato un grande contributo, anche attraverso un'eccellente cooperazione con il resto mondo, coinvolto anch’esso in questa battaglia di sbarramento contro il coronavirus ed è stata tempestiva nelle attività di prevenzione e controllo dell'epidemia.”


Il professor Steffen ha ricordato che si conoscono molti tipi di coronavirus, la maggior parte dei quali causa solo un raffreddore comune, senza generare danni più gravi. Quandoriflettonosui problemi, le persone hanno bisogno di prospettare le eventualità peggiori, ma la storia ci insegna che le malattie non si manifestano sempre nelle forme più gravi. Steffen ha detto che comprende appieno il disagio delle persone, ma chiede alla gente di non farsi prendere dal panico e di non proteggersi in modo eccessivo.


"Personalmente, quando sono venuto a conoscenza per la prima volta di quest’epidemia, ho notato che c'erano più morti tra gli anziani. Ero anche un po' preoccupato perché dopo tutto anche io sono una persona anziana. Seguendo lo sviluppo dell’epidemia, soprattutto consultando i dati a disposizione, sono diventato sempre più ottimista. Credo che la gente non debba preoccuparsi troppo. Dobbiamo sapere che centinaia, migliaia o persino centinaia di migliaia di persone vengono uccise ogni anno dall'influenza stagionale in tutto il mondo, ma nessuno ha paura di questo.Se guardiamo al bicchiere mezzo pieno, possiamo dire che questa nuova epidemia di coronavirus in realtà potrebbe assomigliare un po’ alle epidemie di influenza stagionale, solo che è un po’ più grave".

Allo stesso tempo, il professor Steffen ha anche sottolineato che il nuovo coronavirus potrebbe mutare: è necessario mantenere un atteggiamento positivo, ma bisogna mantenersi vigili nella quotidianità.


"Questi coronavirus potrebbero subire mutazioni. Speriamo che ciò non accada. Non abbiamo una sfera di cristallo e nessuno può davvero prevedere il futuro".


L'11 febbraio, l'Organizzazione mondiale della sanità ha annunciato che la polmonite causata dal nuovo coronavirus è stata ufficialmente denominata "Covid-19" e che c'è la possibilità che il primo vaccino venga completato entro 18 mesi. Il 12 febbraio si è chiuso dopo due giorni il forum globale di ricerca e innovazione per mobilitare azioni internazionali in risposta al nuovo coronavirus. Il direttore generale dell'OMS Tedros ha dichiarato che lo stato attuale non rimarrà invariato a lungo.

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

Uniti contro il Covid-19: la mascherina può essere riutilizzata?
Uniti contro il covid-19: Psicoterapia:come allontanarci dallo stress?
Uniti contro il covid-19: la condivisione della lavatrice causa qualche contagio?
Uniticontroilcovid19: come disinfettare la giacca?
Coronavirus, task force cinese al lavoro in Italia
Uniti contro il Covid-19: i virus sopravvivono più a lungo sulle superfici lisce?