CoViD-19, forum globale per mobilitare azioni congiunte a livello internazionale

2020-02-21 14:39:49
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

Mercoledì 12 febbraio si è chiuso a Ginevra il forum globale di ricerca e innovazione per mobilitare azioni internazionali in risposta al nuovo coronavirus. Durante una conferenza stampa tenutasi lo stesso giorno, il direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha dichiarato che il confronto tra gli esperti delle varie parti ha prodotto risultati positivi in molti ambiti. Adhanom ha affermato che allo stato attuale si registra un calo del numero di nuovi casi di contagio, ma occorre lo stesso mantenere alta la vigilanza. Ha ribadito di nuovo l’importanza del coordinamento e della cooperazione tra tutti i paesi del mondo.

Il forum globale di ricerca e innovazione per mobilitare azioni internazionali in risposta al nuovo coronavirus è durato due giorni e ha avuto come suo principale obiettivo quello di coordinare le varie parti per raggiungere un consenso su questioni correlate, tracciare una roadmap e organizzare una risposta unitaria a questa improvvisa epidemia da parte dei vari paesi del mondo. Al forum hanno preso parte più di 400 scienziati provenienti da tutto il mondo, molti dei quali hanno partecipato alle discussioni in video conferenza. Il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità Tedros Adhanom Ghebreyesus, in una conferenza stampa tenuta la sera stessa, si è detto molto contento di vedere scienziati provenienti da tutto il mondo interagire tra loro in maniera proattiva, aggiungendo che l'OMS sta elaborando un piano generale per studi clinici e trattamenti di follow-up.

“Sono incoraggiato nel vedere che vari settori di ricerca in tutto il mondo si siano impegnati attivamente e rapidamente nell'affrontare insieme questa sfida. I team di ricerca discutono con i finanziatori e iniziano immediatamente a lavorare sui problemi più urgenti, tra cui procedure diagnostiche di facile applicazione, modi migliori per prevenire le infezioni, potenziali terapie per il trattamento dei pazienti e possibili vaccini esistenti. Stiamo inoltre conducendo ulteriori indagini per individuare la fonte del virus e prevenire un'ulteriore trasmissione dagli animali all'uomo. L'OMS sta elaborando un piano generale per coordinare gli studi clinici e garantirne la coerenza”.

Il direttore generale dell’OMS ha anche affermato che l’organizzazione sta continuando a fornire materiali necessari a vari paesi per diagnosticare e curare i malati, tutelare gli operatori sanitari e, nel contempo, rafforzare le capacità dei laboratori di tutto il mondo.

Parlando degli ultimi aggiornamenti sullo stato dell’epidemia, il segretario generale dell’OMS ha indicato che attualmente il numero dei casi di contagio ha visto un calo, tuttavia occorre mantenere alta la vigilanza. Ha ribadito di nuovo l’importanza della cooperazione internazionale nella prevenzione e nel controllo dell’epidemia. A tal proposito, Adhanom ha detto:

“Il numero dei casi segnalati in Cina è rimasto stabile nell'ultima settimana. Anche il numero dei paesi con casi segnalati non è cambiato dal 4 febbraio. Ma dobbiamo rimanere ancora vigili, poiché l'epidemia può ancora svilupparsi in maniera imprevedibile. Ripeto: questo è il momento della solidarietà”.
Il direttore generale dell’OMS ha concluso affermando che i membri del gruppo congiunto composto da esperti di Cina e OMS hanno avuto scambi approfonditi sullo stato attuale dell’epidemia e delle misure di prevenzione e controllo, ottenendo progressi in tal senso.

“Il primo team di esperti inviato dall'OMS in Cina ha compiuto buoni progressi nel determinare la composizione del gruppo e la portata del lavoro e speriamo che presto vengano annunciate altre buone notizie”, ha dichiarato Adhanom.

L’11 febbraio l’OMS ha annunciato il nome assegnato alla polmonite causata dal nuovo coronavirus: “COVID-19”. Il primo vaccino per il nuovo coronavirus potrebbe essere pronto entro 18 mesi. Secondo il direttore generale dell’OMS, la situazione attuale non durerà ancora a lungo.

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

Uniti contro il Covid-19: la mascherina può essere riutilizzata?
Uniti contro il covid-19: Psicoterapia:come allontanarci dallo stress?
Uniti contro il covid-19: la condivisione della lavatrice causa qualche contagio?
Uniticontroilcovid19: come disinfettare la giacca?
Coronavirus, task force cinese al lavoro in Italia
Uniti contro il Covid-19: i virus sopravvivono più a lungo sulle superfici lisce?