Garanzia di sicurezza, salute e vita quotidiana per gli stranieri residenti in Cina

2020-02-14 11:07:33
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

In una risposta del 6 febbraio alle domande online,la portavoce del ministero degli esteri cinese Hua Chunying ha reso noto che la Cina sta concentrando le proprie forze per affrontare con le misure più severe e radicali l’epidemia da nuovo coronavirus, e che attualmente stanno venendo garantite sicurezza, salute e vita quotidiana degli stranieri residenti in Cina, e i voli civili del Paese non verranno sospesi. Hua Chunying ha enfatizzato di nutrire la speranza che le varie parti non abbiano reazioni eccessive nel far fronte alla situazione epidemica, e che al momento la cosa più urgente è essere uniti e rafforzare la cooperazione.

Secondo i dati resi noti la mattina del 6 febbraio dalla Commissione nazionale sanitaria della Cina, fino alle ore 24 del 5 febbraio, in ambito nazionale sono stati registrati un totale di 1153 casi di pazienti guariti e dimessi dall’ospedale, quasi il doppio del totale dei casi di morte (563 casi). A partire dal 4 febbraio, il totale di nuovi casi di contagio nazionali al di fuori della provincia dell’Hubei è diminuito per due giorni consecutivi.

Hua Chunying ha innanzitutto condiviso questi dati con i media esteri il 6 febbraio in risposta alle domande online. Alcuni media hanno prestato attenzione al fatto che misure quali la chiusura dei canali d’uscita da Wuhan abbiano portato a risultati positivi, con un graduale attenuamento della velocità di diffusione del nuovo coronavirus verso altre zone della Cina. Hanno ritenuto che ciò incarni il concetto radicato nella cultra cinese di “sacrificare la piccola famiglia per la madrepatria”. Durante le sue risposte Hua Chunying ha affermato:

“In Cina c’è una canzone ben nota chiamata “Paese”, “La casa è il paese più piccolo, il Paese sono diecimila case assieme”. Proprio come indicato da Xi Jinping durante il suo incontro con il premier della Cambogia Samdech Hun Se, la Cina è avanzata tra le difficoltà e le avversità. La Cina ha la fiducia, la capacità e la determinazione di vincere questa battaglia contro l’epidemia di nuovo coronavirus. Intendiamo rafforzare la cooperazione con la comunità internazionale, non solo salvaguardando la sicurezza di vita e la salute del popolo cinese, ma contribuendo anche alla causa della sanità pubblica internazionale.”

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha più volte ribadito di non apprezzare e addirittura di opporsi alle restrizioni turistiche e commerciali alla Cina. Negli ultimi giorni, i consiglieri di alcuni paesi hanno consigliato ai propri cittadini di lasciare la Cina, per timore che questa possa attuare ulteriori limitazioni turistiche e che nelle future settimane i cittadini stranieri non riescano a lasciare la Cina con voli commerciali. In proposito Hua Chunying ha affermato:

“Dopo lo scoppio dell’epidemia, il governo cinese ha sempre prestato alta attenzione alla sicurezza di vita e alla salute fisica degli stranieri residenti in Cina e adottato le più severe e complete misure restrittive, molte delle quali superano i requisiti consigliati dall’OMS nei“Regolamenti sanitari internazionali”.Attualmente la sicurezza, salute e vita degli stranieri residenti in Cina stanno venendo garantiti, e la trasmissione dell’epidemia tramite i voli aerei sta venendo ridotta al minimo”.

Secondo quanto appreso, fino al pomeriggio del 6 febbraio sono stati confermati tra gli stranieri residenti in Cina 19 casi di contagio da polmonite da nuovo coronavirus, di cui 2 già dimessi dall’ospedale dopo la guarigione e 17 in attesa di trattamento. Hua Chunying ha affermato che nell’ambito dei lavori di prevenzione e cura epidemica, la parte cinese sta rafforzamdno la garanzia e l’aiuto rivolti agli stranieri in Cina. La parte cinese continuerà ad avere cura della sicurezza e salute degli stranieri residenti in Cina allo stesso modo che per i suoi cittadini, garantendo le loro condizioni di vita e lavoro.

Hua Chunying ha al contempo affermato che a causa dell’attuazione di misure restrittive quali la sospensione dei voli aerei da parte di alcuni paesi che non hanno rispettato i consigli professionali e autorevoli dell’Organizzazione mondiale della Sanità e gli annunci dell’Organizzazione dell’Aviazione Civile, alcuni cittadini cinesi sono stati costretti a rimanere all’estero. La parte cinese presta alta attenzione ed è molto preoccupata per l’avvenuto, e il ministero degli Esteri e le ambasciate e consolati cinesi all’estero stanno assistendo attivamente i cittadini a far rientro in patria cambiando i loro biglietti di volo e le località di scalo e tramite altre misure. Inoltre stanno realizzando un coordinamento per cercare in ogni modo di assisterli nel loro rientro in patria tramite il ripristino di voli e altre modalità.

“Auspichiamo che le varie parti trattino l’epidemia e il lavoro cinese di prevenzione e di controllo dell’epidemia in modo tranquillo, ragionevole e oggettivo senza reazioni eccessive. Il nostro atteggiamento è molto chiaro: l’aviazione civile cinese non verrà sospeso. Il governo cinese continuerà a sforzarsi al massimo per aiutare i cittadini rimasti all’estero a tornare a casa ”

I media stanno prestando attenzione al fatto che in questo periodo particolare i popoli di vari paesi stanno esprimendo il loro sostegno e fornendo aiuto alla Cina. Hua Chinying ha affermato che in questo arduo momento di lotta all’epidemia, molte amabili comune persone da ogni angolo del mondo stanno facendo forza alla Cina. Ha affermato che quando l’epidemia sarà finalmente passata, tutti gli amici che sostengono Wuhan e la Cina saranno benvenuti nel Paese, in particolar modo a Wuhan.

Hua Chunying ha illustrato che gli uffici di visto all'estero e le autorità doganali di visto stanno operando regolarmente e che gli stranieri possono entrare normalmente in Cina in conformità alle leggi e normative cinesi. In caso di domande, è possibile controllare il sito Web ufficiale dell'Amministrazione nazionale cinese per l'immigrazione e il suo account pubblico Weibo e WeChat, o consultare la linea telefonica attiva 24 ore su 24, 86-10-66265110.

Hua Chunying ha ribadito che davanti all’epidemia di coronavirus, è urgente unirsi come uno, rafforzare la cooperazione e lavorare insieme per sconfiggerla il prima possibile.

“Al passare dell’inverno e con l’arrivo della primavera, tutto si rinnova. Il popolo cinese è unito nella lotta contro l’epidemia e otterrà sicuramente la vittoria finale in questa battaglia.”

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

Si ritira a 37 anni il campionissimo cinese del badminton Super Dan!
Presto nuovo collegamento di Pai con Edoardo Gagliardi, focus sul cinema cinese nel periodo epidemico
Anteprima: Presto nuovo collegamento di Pai con Edoardo Gagliardi, focus sul cinema cinese nel periodo epidemico
Anteprima: In questi giorni si fa in tutta la Cina “Gaokao”, esame per l’ammissione di univeristà
In questi giorni si fa in tutta la Cina “Gaokao”, esame per l’ammissione di univeristà
Antica Via della Seta Marittima, rotte delle dinastie Sui e Tang (581-709 D.C.)