Novità libri cinesi: Ventiquattro ore a Chang’an,Midnight in Peking, Un uovo che pianifica la fuga

2020-01-27 09:00:00
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

Ventiquattro ore a Chang’an

Ma Boyong

Il libro narra una storia di lotta al terrorismo ambientata durante la dinastia Tang. Un prigioniero nel braccio della morte, Zhang Xiaojing, viene temporaneamente liberato dalla prigione per 24 ore e gli viene ordinato di indagare su un imminente attacco terroristico contro Chang’an, la capitale della dinastia Tang. Mentre l’indagine prosegue, cominciano ad emergere lotte di potere interne alla corte e la crisi dell’impero si fa sempre più evidente. Sebbene questo sia solo un romanzo, l’autore ha cercato di raccontare con dovizia di particolari quella che era la vita quotidiana nella capitale della dinastia Tang.

Midnight in Peking

Paul French

Nel gennaio del 1937, dopo aver occupato la Cina nordorientale, l’esercito giapponese si preparava a invadere il sud del paese. In una fredda notte di quell’inverno, un corpo dilaniato è stato abbandonato sotto la torretta dell’antica torre di guardia della città. I resti erano di Pamela, una ragazza non ancora vent’enne, figlia di Werner, un famoso sinologo ed ex console britannico in Cina. Il padre affranto dal dolore si è ripromesso di scoprire la verità. Tuttavia, con l’avvicinarsi della guerra, le autorità cinesi del tempo e quelle britanniche hanno ostacolato le indagini. Settantacinque anni dopo, Paul French ha fatto luce sulla macabra vicenda ritrovando documenti che si pensava fossero andati perduti, rivelando finalmente l’identità dell’assassino.

Un uovo che pianifica la fuga

Kang Hua

Questa è una raccolta di storie fiabesche piena di innocenza che registra i dialoghi tra una madre amorevole e allegra e sua figlia, una bambina vivace e creativa. Nel libro è raccontata la storia degli animali nella foresta che partecipano a un concorso di bellezza, di un uovo ambizioso che non vuole diventare uno degli ingredienti della crema di riso, dell’“albero dei gatti” annaffiato con le lacrime della bambina e quella di due streghe, madre e figlia, che vivevano nascoste su di una montagna...

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

00:01:50
LOTTA AL CORONAVIRUS-Arrivato in Cina il primo volo umanitario italiano
00:01:12
LOTTA AL CORONAVIRUS-Come lavarsi bene le mani?
00:01:28
LOTTA AL CORONAVIRUS-Subito due nuovi ospedali ad hoc a Wuhan, 2500 posti letto in più
00:02:28
Gli auguri per il capodanno cinese
00:02:24
CAPODANNO CINESE-Preparazione delle merci festive
00:00:54
A FIL DI PALO-Wu Lei, primo giocatore cinese che segna contro il Barcellona