​Coronavirus: le imprese cinesi intensificano la produzione per garantire forniture necessarie a combattere l’epidemia

2020-02-05 10:07:15
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

Alcuni giorni fa l’Ufficio generale del Consiglio di Stato cinese ha emesso un avviso di emergenza, in cui ha chiesto ai governi provinciali di adempiere concretamente alle loro principali responsabilità, organizzando rapidamente la produzione di tute protettive, mascherine N95, occhiali medici e ambulanze a pressione negativa, e di sollecitare le industrie farmaceutiche a riprendere quanto prima la produzione per combattere l’epidemia di polmonite causata dal nuovo coronavirus. Inoltre, l’avviso ha imposto a tutte le località di svolgere un buon lavoro sottoogni profilo, garantendo sufficiente personale di produzione e tecnico, ma anche il buon funzionamento delle apparecchiature relative, oltre che sufficienti materie prime, materiali secondari e fondi per aiutare le imprese a risolvere tempestivamente le difficoltà e i problemi incontrati nella produzione e ad espandere, a seconda delle esigenze, la capacità di produzione dei prodotti relativi. Di seguito un nostro servizio in merito.

Dopo lo scoppio dell’epidemia di polmonite da nuovo coronavirus, in ogni parte del paese è aumentata enormemente la domanda di prodotti disinfettanti. La Jiangsu Aitefu 84, impresa produttrice del noto disinfettante a base di ipoclorito di sodio “84”, ha rinunciato alla pausa della Festa di Primavera e ha ripreso la produzione a pieno regime. Il responsabile dell’impresa, Ji Conglin, ha rilevato che la società sta attualmente superando tutte le difficoltà per garantire la fornitura.

“Durante la Festa di Primavera, abbiamo prodotto a pieno regime il disinfettante 84. Abbiamo un laboratorio intelligente con quattro linee di produzione completamente autonoma che ogni giorno produce più di 10.000 confezioni di disinfettante. Inoltre, abbiamo assunto nuovi dipendenti per espandere ulteriormente la nostra capacità di produzione. Abbiamo un centinaio di dipendenti in prima linea che lavorano giorno e notte senza posa. Mentre il governo locale sta coordinando la fornitura di imballaggi e materie prime”.

L’ambulanza a pressione negativa è un veicolo speciale usato per trasportare i pazienti contagiati da malattie infettive. Wang Rui, manager della società SAIC MAXUS, ha detto ai giornalisti che, dopo aver ricevuto il compito di produrre 60 ambulanze a pressione negativa dal Ministero dell’Industria e dell’Informatizzazione alla vigilia del capodanno cinese, il giorno seguente i tecnici della filiale di ristrutturazione sono tornati in fabbrica di primo mattino; il giorno dopo era rientrato a lavoro più del 95% degli operai. Attualmente l’impresa sta intensificando la produzione.

“In passato la domanda era molto bassa, dato che queste ambulanze si utilizzano solo per pazienti contagiati da malattie infettive. Ogni anno producevamo solo qualche ambulanza. Attualmente la principale difficoltà consiste nella fornitura ai fornitori secondari. Il maggior collo di bottiglia è rappresentato dall’attrezzatura a pressione negativa. Ora anche il Ministero dell’Industria e dell’Informatizzazione ci sta aiutando a coordinare i lavori. Mandiamo i camion all’ingresso della fabbrica e, una volta terminata la produzione, spediamo immediatamente le forniture alla fabbrica di Wuxi per l’assemblaggio. Di norma servono 30 giorni per completare la produzione, ma ora ci mettiamo solo dieci giorni”.

Il ministro dell’Industria e dell’Informatizzazione ha istituito un meccanismo di coordinamento che prevede due riunioni ordinarie giornaliere, che si tengono ogni giorno rispettivamente alle 8:00 e alle 19:00, per gestire la ripresa del lavoro e della produzione nelle imprese che producono i materiali di prevenzione e controllo, per l’allocazione e la distribuzione dei suddetti materiali e la domanda delle aree colpite dall’epidemia, così da conoscere immediatamente in che modo sta evolvendo la situazione e poter rispondere tempestivamente. Nel frattempo, il ministero sta conducendo indagini e aiutando tempestivamente le imprese a risolvere i problemi legati all’insufficienza di materie prime e secondarie, o alla carenza di lavoratori qualificati. A questo proposito, il portavoce del ministero e direttore dell’Ufficio di coordinamento del monitoraggio delle operazioni, Huang Libin, ha dichiarato:

“Nell’affrontare le difficoltà, dobbiamo essere uniti come un sol uomo. Indipendentemente da quanto sia difficile, dobbiamo garantire la fornitura di materiali di protezione al personale medico. Dobbiamo sfruttare le potenzialità di tutte le parti coinvolte, per garantire la fornitura dei dispositivi medici nelle aree chiave”.

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

Gastronomia cinese-Pai vi fa assaggiare il Yangroupaomo, stufato di carne di agnello con pane a tocchetti!
Animali in Cina- Pai vi presenta il rinopiteco bruno!
Viaggio Digitale in Cina-Pai vi porta alla bellissima provincial dello Anhui!
Cinese in pillole-Come si dice in cinese “distanziamento sociale”?
Reperti archeologici cinesi- Statua di un guerriero della dinastia Tang
Gastronomia cinese- Pai vi fa mangiare l’hamburguer cinese!