I progressi nella gestione delle risorse idriche

2019-10-01 08:00:00
Comment
Share
Share this with Close
Messenger Messenger Pinterest LinkedIn

L’acqua è alla base della vita, ogni organismo dipende dall’acqua. Forse alcuni di voi la danno per scontata, ma i dati riportati di seguito potrebbero farvi cambiare idea.

Probabilmente tutti voi saprete che le risorse idriche della Cina sono estremamente limitate, ma forse non sapete che negli ultimi 20 anni il paese si è impegnato a costruire una società devota al risparmio dell’acqua e l’efficienza nell’utilizzo di questa preziosa risorsa è aumentata in maniera evidente. Nel periodo del dodicesimo “Piano quinquennale”, il Pil della Cina è cresciuto del 46%, ma il consumo dell’acqua è aumentato solo dell’1,3%.

Saprete sicuramente che la centrale idroelettrica delle “Tre Gole” è la più grande del mondo, ma probabilmente quello che non sapete è che la prevenzione delle inondazioni è la sua funzione principale. Le inondazioni nella pianura del basso e medio corso del Fiume Yangzi rappresentano infatti un pericolo nascosto per la nazione cinese. La grande inondazione del 1954 circondò Wuhan per più di cento giorni, causando l’interruzione del funzionamento della ferrovia Beijing-Guangzhou per un periodo altrettanto lungo. Dal 2003, si è cominciato a raccogliere acqua nella diga delle “Tre Gole” e, nel 2010, l’acqua in essa contenuta ha raggiunto un livello normale. Sono ormai 9 anni che la centrale idroelettrica delle “Tre Gole” svolge il proprio ruolo e nell’arco di questo periodo è riuscita a impedire ben 47 inondazioni, raccogliendo un volume d’acqua pari a 145 miliardi e 900 milioni di metri cubi. In questo modo è stata fortemente accresciuta la capacità di prevenzione delle inondazioni nella regione del basso e medio corso del Fiume Yangzi.

Allo stesso modo, saprete già che il Progetto di trasferimento dell'acqua da Sud a Nord è un importantissimo progetto idrico della Cina. Ma, forse, non sapete che è stato elaborato dopo cinquant’anni di pianificazione e ricerche accurate e che la sua costruzione dura ormai da più di dieci anni. Una volta che il tratto orientale, centrale e occidentale saranno stati completati, le aree preposte alla ricezione dell’acqua copriranno una superficie complessiva di 1,45 milioni di chilometri quadrati, pari al 15% dell’intera superficie nazionale, e la popolazione che beneficerà di tale progetto supererà i 500 milioni di abitanti.

I fiumi che passano vicini ai centri abitati scorrono ora più liberamente, sono più puri e il panorama attorno è sempre più bello. Ma non tutti sanno che alla fine di giugno 2018, nelle 31 province, regioni autonome e municipalità della Cina è stato istituito il sistema del capo responsabile dei fiumi. Ora ci sono più di 300 mila capi responsabili dei fiumi suddivisi per quattro livelli (provincia, città, contea e cittadina rurale) e oltre 930 mila capi a livello di villaggio. Grazie a questo gran numero di capi responsabili – più di un milione distribuiti ai vari livelli – ogni fiume e lago del paese ha una persona incaricata della sua gestione.

Sebbene l’acqua continui a scorrere silenziosamente intorno a noi esattamente come prima, i dati relativi all’acqua continuano ad aggiornarsi, così come continui sono i cambiamenti che la riguardano.

Related stories

Condividi

Articoli più letti

Mai senza Pai

00:00:41
MUSICA TRADIZIONALE CINESE-Il piacere di suonare
00:01:27
CUCINA TRADIZIONALE CINESE-Pollo "Ma Po"
00:00:51
SPECIALE-PAI A CIIE: Yacht Ferretti
00:01:03
SPECIALE-PAI A CIIE: Allenatore robot di Ping Pong
00:01:04
SPECIALE-PAI A CIIE: Cercasi il mascotte Jin Bao
00:00:35
SPECIALE-PAI A CIIE: Elicotteri di Leonardo S.p.A