Cina, rafforzamento del sostegno finanziario alle imprese private
  2018-11-09 20:58:07  cri

 

Per risolvere i problemi di difficoltà e alto costo dei finanziamenti alle imprese private cinesi, l'8 novembre a Beijing, il presidente del Comitato di Supervisione e Gestione delle assicurazioni della Banca della Cina, Guo Shuqing, ha affermato che i dipartimenti di supervisione e gestione del settore riformeranno e miglioreranno il meccanismo di sorveglianza, gestione, approvazione e stimolo degli organismi finanziari, persistendo nel trattamento imparziale verso le economie nazionali e private, al fine di raggiungere entro 3 anni l'obiettivo del 50% di credito delle banche alle imprese private nell'ambito del credito destinato alle nuove imprese.

Secondo Guo Shuqing, presidente del Comitato di Supervisione e Gestione delle assicurazioni della Banca della Cina, per promuovere una cultura di credito verso le imprese private, nella quale la banca ha il coraggio, la capacità e la volontà di darle il credito, gli organismi finanziari del settore bancario devono formulare una politica di credito particolare e assicurare spazio sufficiente per il credito alle imprese interessate.

"Dobbiamo migliorare ulteriormente il sistema di valutazione e approvazione delle banche e agenzie d'assicurazione, facendo sì che vogliano trattare gli affari delle imprese private e siano capaci di farli bene."

Il Comitato di Supervisione e Gestione delle assicurazioni della Banca della Cina ha richiesto chiaramente di non semplificare la soluzione di credito alle imprese private in difficoltà temporanea ma che hanno ancora prospettive di sviluppo e ancora in corso di normale operatività, di non privarle del prestito, chiedere il rimborso anticipato oppure di differire il prestito alle imprese. Per quanto riguarda le imprese per le quali sussistono rischi nel finanziamento del pegno azionario, sulla base di evitare la liquidazione forzata, si devono adottare altri metodi di risoluzione dei rischi, quali ad esempio l'aggiunta di pegni. Attualmente sono già in corso le misure interessate. In merito, Guo Shuqing ha sottolineato che si deve persistere nel trattamento imparziale alle imprese sia nazionali sia private.

"Dobbiamo dare chiari regolamenti per garantire che le banche non discriminino in alcun modo le imprese di diverse proprietà quanto la politica, l'operazione e la valutazione interna di credito. Per dare la valutazione a un'impresa, non ci si deve focalizzare sulla sua proprietà e dimensione, ma principalmente sulla sua struttura di gestione, capacità di controllo dei rischi, livello di sviluppo tecnologico e situazione della domanda di mercato."

Guo Shuqing ha aggiunto che nell'attuale somma rimanente dei prestiti bancari quelli per le imprese private occupano circa un quarto del totale azionario mentre la proporzione dell'economia privata nell'economia nazionale ha già superato il 60%, e che tale situazione attuale di mancanza di corrispondenza deve cambiare.

"In primo luogo, chiediamo alle grandi banche di garantire che i prestiti alle imprese private siano inferiori a un terzo del credito per tutte le nuove imprese, e quelli dalle banche medie e piccole non inferiori a due terzi. Cercheremo di raggiunge entro 3 anni l'obiettivo di oltre il 50% di credito delle banche alle imprese private nell'ambito del credito destinato alle nuove imprese."

Focus
Social Media

Riviste
Eventi
© China Radio International.CRI. All Rights Reserved.
16A Shijingshan Road, Beijing, China. 100040