Guangzhou, inaugurato il Fortune Global Forum 2017
  2017-12-06 21:24:33  cri

La mattina del 6 dicembre, a Guangzhou, si è aperto il sipario sul Fortune Global Forum 2017. Nella sua lettera di auguri inviata agli organizzatori e ai partecipanti all'evento, il presidente cinese Xi Jinping ha sottolineato che la Cina continuerà a mantenere la sua porta sempre aperta, con una gestione sempre più trasparente e regolamentata. Secondo quanto aggiunto dal capo di Stato cinese, la Cina continuerà a sviluppare relazioni di partnership globale, ad allargare gli interessi comuni tra i vari Paesi, a promuovere la liberalizzazione e la facilitazione del commercio e degli investimenti. Inoltre, la Cina s'impegnerà a rendere la globalizzazione economica più aperta, tollerante, inclusiva, equilibrata e all'insegna del mutuo vantaggio, accogliendo investimenti da tutto il mondo e beneficiando di nuove opportunità grazie al processo di riforma e di sviluppo.

Si tratta della quinta volta che il Fortune Global Forum si è svolto in Cina. Hanno presenziato all'evento Il vice premier cinese Wang Yang insieme ai suoi omologhi di Canada e Papua Nuova Guinea - rispettivamente Pierre Elliot Trudeau e Peter O'Neill - insieme ad oltre 700 imprenditori di 152 aziende tra le 500 più importanti a livello globale, con esperti e studiosi.

Il presidente cinese Xi Jinping ha indicato che l'economia cinese presenta brillanti prospettive di crescita a lungo termine, e che dispone di una base, di condizioni e della forza necessaria per continuare stabilmente su questa strada. Il capo di stato cinese ha aggiunto che la Cina continuerà a tenere le porte aperte e che garantirà un ambiente e una gestione più trasparenti e regolamentati. Secondo quanto aggiunto dal capo di Stato cinese la Cina continuerà a sviluppare relazioni di partnership globale, ampliando gli interessi comuni tra i vari Paesi, promuovendo la liberalizzazione e la facilitazione del commercio e degli investimenti, e portando la globalizzazione economica in una direzione più aperta, tollerante, inclusiva, equilibrata e di mutuo vantaggio. In questo modo sarà possibile accogliere investimenti provenienti da tutto il mondo e godere delle nuove possibilità portate dalla riforma e dallo sviluppo.

Nel suo intervento il vice premier cinese Wang Yang ha indicato che la nuova rivoluzione tecnologica e industriale sono pronte ad una nuova partenza e che l'economia digitale e quella condivisa sono già, in tutto il mondo, un'importante nuova tendenza:

(Reg.1)

"Lavoreremo con maggiore impegno per realizzare un'idea sviluppo attraverso l'innovazione, costruiremo un sistema tecnologico innovativo concentrato sulle imprese, con una forte integrazione tra industria, studio e ricerca. Questo sistema sarà diretto dal mercato, promuoverà il concetto di supervisione e di controllo inclusivo, e sarà attento alla crescita di nuove tecnologie, nuovi formati e nuovi modelli. In questo modo potremo rafforzare la creatività e la tutela della proprietà intellettuale, velocizzando il processo di costruzione di un Paese innovativo."

Wang Yang ha sottolineato che l'apertura è una strada obbligatoria per garantire lo sviluppo e la prosperità di un Paese. Il vice premier ha aggiunto che la Cina si concentrerà sul portare avanti l'iniziativa "Una cintura e una via", e darà la stessa importanza al "bringing in" e al "going out". La Cina poi adotterà politiche a garanzia della liberalizzazione e della facilitazione del commercio e degli investimenti, sviluppando un'economia ancor più aperta, in un quadro apertura completa. Sentiamo le sue parole:

"Stiamo elaborando i tempi e le tappe del processo di apertura dei nostri settori chiave, compreso quello della quota dei capitali esteri all'interno del mercato azionario, e del settore bancario, delle assicurazioni e delle automobili a nuova energia. La Cina s'impegna nella creazione di un ambiente commerciale equo e imparziale, a tutela dei diritti e degli interessi legittimi delle aziende che forniscono capitali. Inoltre il Paese si impegnerà nella promozione di uno sviluppo equilibrato delle importazioni e delle esportazioni, e desidera importare più prodotti di ottima qualità. La Cina continuerà sempre a mantenere la sua porta aperta."

Il premier canadese Pierre Elliot Trudeau, durante la sua visita in Cina, è intervenuto alla cerimonia di apertura del Forum e ha indicato che nel quadro della nuova rivoluzione tecnologica e industriale, sviluppo e cooperazione non possono essere separati, e che l'unica scelta è nell'innovazione e nell'apertura:

"A Beijing ho avuto un incontro con il presidente cinese Xi Jinping e con il premier Li Keqiang. Abbiamo discusso delle relazioni sino-canadesi, e in particolare dell'ampliamento della cooperazione economica e commerciale, che porteranno nuovo benessere ai nostri cittadini e nuove opportunità di crescita alle nostre aziende. Per il Canada è chiaro che se un Paese desidera mantenersi prospero, deve ampliare il suo mercato. Dal punto di vista commerciale, la Cina è una grande economia innovativa che deve rispondere alle crescenti necessità del ceto medio. Dobbiamo rafforzare la cooperazione con la Cina promuovendo l'apertura."

Focus
Social Media

Riviste
Eventi
© China Radio International.CRI. All Rights Reserved.
16A Shijingshan Road, Beijing, China. 100040