Cina: primi importanti risultati per la semplificazione amministrativa
  2017-09-11 21:04:20  cri

Recentemente, a Beijing, un funzionario del gruppo di lavoro del Consiglio di Stato cinese per la riforma della struttura amministrativa ha indicato che a partire dal 2013 la Cina ha avviato un radicale processo di semplificazione che ha consentito di facilitare la vita dei cittadini e delle imprese. Il funzionario ha affermato che il Paese continuerà a promuovere il decentramento del potere, liberando la vitalità dei mercati.

Il responsabile dell'Ufficio per la riforma dell'amministrazione Wu Zhilun ha recentemente affermato che i lavori per il decentramento del potere andranno avanti. Il Consiglio di Stato cinese ha deciso di ampliare l'esperimento delle "licenze separate" effettuato nel nuovo distretto di Pudong, a Shanghai, a 10 zone di libero scambio tra cui quella di Tianjin e delle provincie del Liaoning, del Zhejiang e del Fujian. Inoltre saranno cancellate oltre 52 modalità di richiesta di approvazione amministrativa da parte del governo centrale insieme ad altre 22 per deleghe conferite dal governo nazionale ad enti locali. La maggiore parte di queste categorie sono strettamente collegate alle condizioni dell'occupazione e dell'imprenditoria, degli investimenti e della gestione. Inoltre sarà promosso il decentramento del potere, liberando la forza dinamica dei mercati:

  

(Reg.1)

"Sia per le 52 modalità di richiesta di approvazione amministrativa al Consiglio di Stato cinese che per le 22 di delega del governo centrale agli enti locali, questa riforma richiederà agli uffici competenti di elaborare entro 20 giorni lavorativi delle misure per rafforzare la supervisione e il controllo, e di cancellare queste modalità per alleggerire l'azione delle imprese."

Il rafforzamento della riforma per la semplificazione amministrativa e la trasformazione delle funzioni governative sono una riforma importante, progettata e messa in atto negli ultimi anni dalla Cina. In concomitanza con la semplificazione amministrativa e il decentramento del potere, gli uffici governativi hanno rafforzato la supervisione e il controllo, e hanno offerto più servizi per promuovere una competizione più equa sui mercati. Secondo quanto presentato, a partire dal 2013, la Cina ha cancellato circa mille modalità per la richiesta di approvazione amministrativa. In accordo al rapporto sull'ambiente di gestione del business globale del 2017, pubblicato dalla Banca Mondiale, negli ultimi tre anni l'indice di convenienza del lavoro in Cina è avanzato di 18 posti a livello mondiale, mentre quello di sulla facilità di fare impresa ha guadagnato 31 posizioni.

Il responsabile dell'Ufficio per la riforma del sistema amministrativo, Wu Zhilun, ha sottolineato che il "decentramento del potere" vuol dire anche offerta di servizi da parte del governo, e che in questo modo le riforme sulla devolution, sulla combinazione tra decentramento e controllo e sul miglioramento dei servizi saranno poste sullo stesso piano,

(Reg.2)

"Rispetto a quanto fatto in passato, questa volta si sottolinea non soltanto il concetto di decentramento, ma anche quello di gestione e controllo. Questo vuol dire miglioramento dei servizi, poiché le riforme sul decentramento del potere, sull'equilibrio tra decentramento e controllo e sul miglioramento dei servizi saranno messe sullo stesso piano. In breve, non solo alleggeriremo i vincoli per la gestione delle imprese e per l'occupazione dei cittadini, ma organizzeremo e gestiremo bene i mercati. In tutto questo, il governo dovrà anche offrire servizi ottimi."

 

Al momento attuale le riforme sul decentramento del potere, sull'equilibrio tra decentramento e controllo e sul miglioramento dei servizi sono ormai entrate in una fase cruciale. Secondo quanto illustrato dal responsabile dell'ufficio per la riforma del sistema amministrativo, Wu Zhilun, al momento rimangono ancora oltre 630 diverse modalità per l'approvazione amministrativa da parte del Consiglio di Stato. Ecco di seguito le sue parole:

  

(Reg.3)

"Quali sono le considerazioni sulla conservazione di queste 632 modalità? Secondo me, in futuro il 40%-50%, ossia più di 300 modalità non saranno toccate in nessuna circostanza, poiché queste riguardano direttamente dei prodotti per la salute e la sicurezza - come quella finanziaria - e vengono adottate nella maggioranza dei Paesi del mondo. Il motivo per cui il rimanente 50% non è stato cancellato è che in caso contrario si presenterebbero alcuni rischi poiché non sono ancora stati completati i metodi di supervisione da adottare nel corso di una determinata situazione e al suo termine".

  

Focus
Social Media

Riviste
Eventi
© China Radio International.CRI. All Rights Reserved.
16A Shijingshan Road, Beijing, China. 100040