Conferenza ministri Esteri Asean, Cayetano: "Inaspettati i riferimenti alla 'terra sottratta al mare' e alla 'smilitarizzazione' nella dichiarazione congiunta"
  2017-08-10 17:21:51  cri

L'8 agosto, durante la conferenza stampa tenutasi al termine della conferenza dei ministri degli Esteri dell'ASEAN, il ministro degli Affari Esteri filippino Alan Peter Cayetano ha affermato che la cosa più importante è la pace e la stabilità del Mar Cinese Meridionale, e che le Filippine sperano non insorgano più controversie sulla questione.

In precedenza, la conferenza aveva rilasciato una dichiarazione congiunta, in cui si è fatto riferimento alla "terra sottratta al mare" e alla "smilitarizzazione". Ciò ha spinto il ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha dichiarare che questo non rappresenta il consenso raggiunto nella conferenza, bensì l'opinione di qualche altro Paese. Il ministro degli Esteri filippino ha spiegato ai giornalisti che non si aspettava che queste espressioni venissero usate:

"Sì, è così. Questa è la dichiarazione che io ho redatto".

"Noi non volevamo aggiungere questi contenuti?"

"No, non volevo aggiungerli".

"Perché?"

"Perché non rappresentano la nostra posizione".

Cayetano ha spiegato tante volte che nel Mar Cinese Meridionale non ci sono questi problemi. Ma, replicando alle insistenti domande di un giornalista americano, il ministro filippino ha chiesto a sua volta: "Ma lei cosa vorrebbe?".

"Vuol forse dire che dovremmo creare un imbarazzo alla Cina, così che le Filippine inizino ad avere dei contrasti con la stessa? Oppure dobbiamo mantenere la pace e la stabilità del Mar Cinese Meridionale e portare a termine senza intoppi il'Codice di condotta nel Mar Cinese Meridionale'quadro? Qual è il suo fine ultimo? "

Per quanto riguarda i risultati raggiunti nel caso di arbitrato sul Mar Cinese Meridionale, Cayetano ritiene che il cosiddetto verdetto dell'arbitrato non può garantire gli interessi del popolo filippino.

Cayetano non ha dimenticato di ricordare a tutti chi è che ha offerto aiuto alle Filippine, quando il Paese ha affrontato delle difficoltà. Nella conferenza stampa, egli ha continuato a sottolineare che va data priorità alla pace e alla stabilità del Mar Cinese Meridionale.

Un anno fa, la situazione nel Mar Cinese Meridionale è stata molto difficile per un certo periodo. Ma adesso, grazie allo sforzo comune della Cina e dei Paesi membri dell'ASEAN, la situazione si è gradualmente stabilizzata. La Cina e l'ASEAN hanno raggiunto un "Codice di condotta nel Mar Cinese Meridionale" quadro, ma ci sono ancora Paesi non direttamente coinvolti che continuano a esprimere i loro cosiddetti punti di vista. Durante la conferenza, gli Usa, il Giappone e l'Australia hanno pubblicato una dichiarazione comune, riproponendo il vecchio motivo della militarizzazione del Mar Cinese Meridionale, e persino per sollecitare la Cina e le Filippine a rispettare il cosiddetto verdetto dell'arbitrato. Ma questa dichiarazione non solo ha trovato l'opposizione della Cina, ma è stata rifiutata anche dalle Filippine.

Attualmente, nella situazione del Mar Cinese Meridionale sono già avvenuti enormi cambiamenti. In futuro, tutte le parti dovranno continuare a salvaguardare l'atmosfera positiva delle negoziazioni sul "codice di condotta".

Focus
Social Media

Riviste
Eventi
© China Radio International.CRI. All Rights Reserved.
16A Shijingshan Road, Beijing, China. 100040