Esperti italiani: emendamento alla Costituzione corrisponde alla necessità di sviluppo e stabilità della Cina
  2018-03-13 20:12:20  cri
La prima sessione della XIII APN cinese e la prima sessione del 13esimo Comitato nazionale della CCPPC hanno attirato anche ampia attenzione dai vari settori in Italia.

Il presidente della Società Italiana per l'Organizzazione Internazionale (SIOI) ed ex ministro degli Esteri italiano, Franco Frattini, ha affermato in un intervista che la modifica della Costituzione riflette la prospettiva a lungo termine della leadership cinese, e corrisponde anche alla necessità di sviluppo e stabilità della Cina.

"Io credo – ha dichiarato Frattini - che questa scelta sia una scelta che corrisponde alla saggezza della Cina e delle classi dirigenti cinesi, quindi io la valuto con profondo rispetto perché ritengo che se questa scelta è stata adottata con una maggioranza così importante, vuol dire che chi ha la responsabilità di guidare il paese, quindi innanzitutto il PCC, ha ritenuto che questo è nell'interesse del popolo, la Cina ha sempre ha avuto, come grande paese, una visione che guarda lontano. Quindi, questa è una scelta che, oltre a dov'essere rispettata, corrisponde al bisogno di stabilità."

Secondo l'analisi di Filippo Fasulo, ricercatore dell'Istituto per gli studi di politica internazionale(ISPI)e del Centro Studi per l'Impresa della Fondazione Italia Cina (CeSIF), l'emendamento della Costituzione garantirà la stabilità e la continuità della politica economica della Cina ed è indubbiamente una buona notizia per le aziende italiane.
Focus
Social Media

Riviste
Eventi
© China Radio International.CRI. All Rights Reserved.
16A Shijingshan Road, Beijing, China. 100040